Sicilia

tumblr_ohs1neK1qk1vmgdswo1_1280-2-800x570

“Sogno 1”, da “La rivoluzione dei tarli” (Prospero 2018) di Lucia Grassiccia

Sogno #1 All’orizzonte compare questa torre bagnata dal mare. Bella, di sana costituzione. La pietra delinea disordinati i suoi profili, la pietra irruvidisce solo guardata. Uno strato di macerie incolori giace sul lato nord. Sono secoli che l’acqua corteggia le fondamenta di questa torre di aria spagnola, affiancando i passi degli uomini, delle donne, di bambini a caccia di giochi […]

Impastato_3

FELICIA: I VOLTI DELLA MADRE DI PEPPINO IMPASTATO

FELICIA. FRAMMENTI DI FELICIA IMPASTATO. di Gianni Antonio Palumbo La pièce di Teodora Mastrototaro si configura come un monologo di Felicia Impastato, madre di Peppino, “militante dell’antimafia sociale”, in una riuscita tessitura di lingua e dialetto siciliano. Le oscillazioni di un’anima ferita sono sapientemente rese attraverso la continua e straniante variazione dei registri. Alla memoria della figura del figlio sono […]

15665598_10209396848291739_8741757945174371200_n

L’attesa (racconto di Giovanni Perrino, riduzione a cura di Marina Mazzolani)

     Alba di luglio, fra poco il sole darà colore definito ai campi e alle vecchie pietre. Le mura si rannicchiano fetali, poi s’allungano ancora assonnate verso i campi di grano. L’ampia terrazza su cui s’affaccia la camera respira l’aria fresca e pulita della montagna. Santa Lucia non è una chiesa, ma il nome dato ad una campagna diventata […]

15723720_1628525720782375_6338099386707780730_o

Dedicato ai morti per Acqua (Vincenzo Consolo)

Non si finisce più di contare i morti, i clandestini annegati che giorno dopo giorno emergono dai fondali renosi del mare che bagna le coste meridionali di Sicilia, i cadaveri che le onde ributtano sulle spiagge dai nomi di una classicità scaduta da tempo immemorabile – Porto Empedocle, Baia Dorica, Costa Ellenica – cadaveri sulla sabbia come detriti di un’immane […]

meridiana

Il sogno infranto (Aldo Penna)

  Nell’estate del 2013, a poco meno di anno dalla sua elezione a Presidente della Regione siciliana, Rosario Crocetta fu invitato a una manifestazione in memoria di Libero Grassi, l’imprenditore ucciso dai mafiosi il 29 agosto del 1991 perché si rifiutava di pagare il ‘pizzo’. Per evitare ritualità e tentare di lasciare il segno fu letta in sua presenza una […]