povertà

vezzali

“Per questa luce d’ambra che ha il nostro sole”, 6 poesie edite ed inedite di Maria Luisa Vezzali

  da NIHIL TETIGIT QUOD NON ORNAVIT He touched nothing without embellishing it   a occhi chiusi ascolta il fiotto dal foro dello sparo   così nero che nemmeno si distingue dalla pelle il prato di rifiuti lacerato dai grilli di giugno   le dita dei piedi si arricciano sulla pozza di percolato   lamiere contorte che potevano essere una casa    e  non era per fame […]

18622391_1375042829255006_5030835929790147034_n

Chiedere l’elemosina a Molinella (Jessy Simonini)

Ogni sera, quando torno a casa ed è già buio, uscendo dalla fermata della metropolitana di Pont-Marie, vedo una lunga fila di senza fissa dimora che dormono, chiusi nei loro sacchi a pelo, sotto il portico della Maison des Arts. Sono alcune decine. Qualche giorno fa ho pensato a Valentino Zeichen, alla sua vita da senza fissa dimora a Roma, […]

15723720_1628525720782375_6338099386707780730_o

Dedicato ai morti per Acqua (Vincenzo Consolo)

Non si finisce più di contare i morti, i clandestini annegati che giorno dopo giorno emergono dai fondali renosi del mare che bagna le coste meridionali di Sicilia, i cadaveri che le onde ributtano sulle spiagge dai nomi di una classicità scaduta da tempo immemorabile – Porto Empedocle, Baia Dorica, Costa Ellenica – cadaveri sulla sabbia come detriti di un’immane […]

IMG_4992

camminata notturna a sunnyside (raphael d’abdon)

    un lampione arrugginito getta una spugna stanca sull’angolo della strada mi siedo su una panchina e scambio due parole con alain il mio fratello del burundi   ha un banchetto sul marciapiede con due telefoni a scatti vende caramelle fiammiferi patatine e anche cartine lunghe singole in casi di emergenza   cerca di portare avanti la baracca e […]