poesia

Anna290531732_5266277986784828_2294799908452641033_n

Poesie dall’Ucraina- Oksana Stomina e Dominika Kozlovska, tradotte da Marina Sorina

Due poesie ucraine                                                                           Traduzione di Marina Sorina   Oksana Stomina, Mariupol   Ciascuno di noi è solo un atomo nell’universo. Lo so. Ma questi occhi, così profondi… Dio, se hai bisogno che lui sia soldato, Dagli una chance di tornare da questa guerra.   Dio, nel vertiginoso girare del mondo, non contano più né cause né concetti. Sai, se sarà […]

stork

Nuova poesia dall’Ucraina: Natalia Beltchenko – La primavera ha iniziato a dividere tra noi le sue gru e cicogne

“La primavera ha iniziato a dividere tra noi le sue gru e cicogne. Nuova poesia dall’Ucraina di Natalia Beltchenko Tradotte dall’ucraino da Amelia Glaser e Yuliya Ilchuk, dall’inglese all’italiano da Pina Piccolo, in attesa di approvazione. a cura di Lit Hub, articolo apparso il 26 aprile 2022   La primavera è la stagione migratoria per le cicogne e le gru. […]

night-in-ukraine-1877.jpg!Large

Dal progetto “Poesia dall’Ucraina”: La storia della neve – Serhiy Zhadan

La storia della neve La storia della neve è breve recitata da testimoni cantata da un coro di passanti – raccontami tu la cronologia delle nevicate e lasciami afferrare il filo che conduce ai confini dell’inverno, alle periferie azzurre di una bufera di neve. Il racconto è breve, l’argomento: ciò che è caduto e ha colmato lo spazio tra le […]

Screen-Shot-2022-03-16-at-11.52.50-AM

da Lit Hub: Nuove poesie della poeta ucraina Halyna Kruk “La guerra accorcia le distanze tra persona e persona, tra la nascita e la morte”

Traduzione dell’articolo apparso in Lit Hub  il 17 marzo 2022, autorizzazione alla traduzione italiana di Pina Piccolo in attesa di approvazione.   Le poesie di guerra di Halyna Kruk sono strazianti: setaccia il suolo ucraino, portando alla luce i detriti della storia. La fertile terra ucraina, conosciuta con il nome di “chernozem” o “terra nera”, è stata coltivata e ambita […]

MOCKUP2022-13

“Sto come l’augite tra pietre laviche e ossidiana” Sette poesie da “L’ospite di se stesso”, di Achille Pignatelli

  Delle piante   È la gerarchia degli organi a creare l’idea del comando suggerendo la disparità tra le varie parti del corpo ma nelle piante non c’è delega è l’interezza dell’organismo a stabilire il meglio per sé l’unica legge è l’uguaglianza.     Augite   Sto come l’augite tra pietre laviche e ossidiana figlio di magma e lapilli figlio […]

9789382711575-us

Intervista a Santosh Bakaya, dal libro “Writers Speak”, a cura di Sagar Kumar Sharma (trad. Milena Patuelli)

  Vincitrice del Reuel International Award (2014) per Oh Hark!, del Setu Award  for excellence (2018) in virtù del suo  “contributo stellare alla letteratura mondiale” (Setu, rivista bilingue Hindi-Inglese, Pittsburgh, USA), del First Keshav Malik Award  (2019) per “tutta la sua produzione, straordinariamente vasta e di qualità”, saggista, poeta, romanziera, curatrice, TEDx speaker (il suo intervento Tedx su The Myth […]

18 animali a braccetto

LA BELLEZZA DELLA CURA (BARI): UN AUDIO AL GIORNO PORTA LA LUCE INTORNO

(immagine di copertina: dalla Fotogallery di Francesca Brà e Enrica Luceri) Sperimentazione poetica come cura da integrare con le pratiche della medicina clinica e non solo   Fin dal 2014 nasce l’idea di Silvana Kühtz, coordinatrice del collettivo artistico Poesia in Azione e fondatrice dell’associazione Leggo Quando Voglio, di portare Poesia, Suoni e Musica negli ospedali e nei luoghi di […]

7A

Ho perso la voce in uno sciame di tristezza: Poesie di Rafael Romero

REFERENDUM SU VOCAZIONE E COSE   Mi vesto dell’abbondanza del mare per aspettare l’arrivo dell’amo sono un’amaca immaginaria che oscilla con le tempeste sono un’altalena che equivale al doppio mento della morte se sopravvivo sarà per la freschezza delle larve che si perdono nella mia pancia se sopravvivo sarà perché non inizio né finisco sarà perché ho cancellato i confini […]

thumb.phpstillwesing

da “Writers Speak”, Una conversazione letteraria con Sarita Jenamani, intervista di Sagar Kumar Sharma, trad. di Milena Patuelli

  Sarita Jenamani   Sarita Jenamani, di origine indiana, vive in Austria. È poetessa, traduttrice e curatrice letteraria, redattrice di una rivista bilingue dedicata alla letteratura migrante – Words & Worlds –, attivista per i diritti umani, femminista e segretaria generale della sezione austriaca di PEN International. Finora le sue opere sono state pubblicate in tre raccolte di poesie. Il […]

MOCKUP2022-7

La tragedia dell’autunno è nell’attesa: Poesie da “Voce del verbo mare” di Simone Consorti

Da “Voce del verbo mare” (Arcipelago Itaca, 2022)   Dal punto di vista di Gagarin Non c’è nulla nel mondo di piatto e la Terra vista da quassù in fondo è solamente un quadro astratto senza uomini o donne che spuntino fuori dalle loro ombre di soppiatto Solo pennellate di mare e verde di selve Solo la Grande Muraglia enorme […]