migranti

-2

Niente poesia dopo Lampedusa? Compassione, ostilità, testimonianza e la “crisi migratoria’ europea – Filippo Menozzi

  Nelle immagini della “crisi migratoria europea” che dominano i media mainstream, solitamente i richiedenti asilo e altre persone in fuga da conflitti, genocidi e povertà in Africa e nel Medio Oriente vengono rappresentati come una moltitudine senza nome che assedia le coste e i confini europei.  Nel quadro attuale dell’Europa liberista, contraddistinto da una situazione economica squilibrata e precaria, […]

39dc8edf-ac62-426c-9519-79c758125dd6

“Ho perso la chitarra” di Cheikh Tidiane Gaye, da “Il sangue delle parole” con commento di Fabia Ghenzovich

Per Cheikh Tidiane Gaye, fornaio dei V-E-R-S.I  come lui stesso desidera essere chiamato, la parola diviene ponte di speranza, ponte tra autore e lettore, ponte tra popoli, perchè Tidiane crede nella possibilità di un’autentica trasformazione, nel senso di una parola di pace che accoglie, non divide, non ostenta, ma si schiera con coraggio e si fa voce dei poveri, dei […]

8 (1)

VITTIME O EROI – Reginaldo Cerolini

Fra i tanti lavori che mi capita di fare c’è al momento quello di lavorare in un campo dove le persone camminano in cerca dei loro fiori preferiti per comprarli e portarli a casa. Io, fra le diverse mansioni, ho trovato subito di mio gusto provvedere alla conta dei fiori mentre chiacchierando do indicazioni su come mantenerli più a lungo […]

tumblr_olrxqoIsp91vmgdswo1_1280-1140x570

LETTERA AD UN MIGRANTE, di Reginaldo Cerolini

Ho trovato nella periferia di una fabbrica abbandonata, scritta col carbone su un muro biancheggiante questa lettera senza mittente. Mi sono fermato e l’ho letta.  Mi sono chiesto come sia possibile che qualcuno potesse averlo scritto senza firmarsi. Un gesto senza audacia? L’inutilità di un riferimento personale? Chissà. Ho deciso di trascriverla, nella speranza -ahimè troppo utopistica- che funga da […]

47378483_492771907897850_2913986635748081664_n-1140x570

RAPIMENTO DI GIOVANE DONNA ITALICA DA PARTE DI PIRATI AFRICANI: IN STILE DELACROIX, di Reginaldo Cerolini

La complessità non si riduce a somma degli elementi bensì ad una sintesi del significato degli elementi.   Reginaldo Cerolini   PREMESSA Se è vero che ci sono molti modi di rappresentare i miti, è pur vero che allo stesso tempo ci sono diversi modi di rappresentare la realtà secondo stereotipi o distopie che pesano sull’immaginario negro e migrante -esseri […]

IMG_5355-L

Sul treno, in val di susa – di Jessy Simonini

Sul treno, in val di susa   Ogni estate, da anni, attraverso i confini in treno è un esercizio utile, piccola terapia per riprendere in mano i fili delle cose, osservare quanto sia profonda una modificazione.   In un’altra stagione, un giovane è morto congelato mentre tentava di attraversare la foresta e una donna incinta è stata abbandonata dai gendarmi […]

36396814_424806517988416_6014326473630941184_n

Ragni Neri Nazionalizzati Pompieri: tragedia in Quattro atti (Reginaldo Cerolini)

  Personaggi L’Eroe-Ragno (il giusto) La neonata (il fato) I media (la borghesia ambigua) Likers and Haters (il popolo dimensionale) Il Potere Nazionale (il burocrate cerimoniere) I rapaci (le nazioni europee) Il folle (una visione diversa) Eco dei vinti (migranti)                                                                                          I Scena: Il balcone Ammetto che guardare quei secondi in cui Mamoudou Gassama si arrampicava, piano per piano, per […]

VentoTriste200680x80 (1)

“Il mio nome è Liberty e non voglio essere schiavo come voi” 2 poesie di Francesca Cannavò dedicate a Rosarno

Liberty Sarà la nave a scrivere parole sull’acqua solcata da grida di umana follia e gorghi arricciati saranno canti a ignobili giochi devastatori Polene poetesse di improbi numi resistono all’inchiostro insanguinato dei flutti inorriditi ancora accade e ancora che sia l’acqua a bere vite e speranze brumate. E poi è la terra a mangiare insieme alle arance la carne bruciata […]

IMG_0006

… ho provato a immaginare – Antonino Alfò

…ho provato a immaginare…   Ho provato a immaginare di dover scappare via di lasciare tutto di lasciare casa di lasciare famiglia e amici di lasciare volti cari e luoghi, senza sapere quando e se li avrei mai rivisti ho provato a immaginare di andare via senza un saluto, senza un bacio ne la consolazione di un abbraccio, senza le […]

immigrato-scuola

Lettera della professoressa di Macerata ai suoi studenti stranieri che non vanno più a scuola per paura – da TPI News

Nell’ultima settimana Macerata ha attirato su di sé una triste nube mediatica, a causa soprattutto del violento atto di intolleranza neofascista compiuto da Luca Traini sabato 3 febbraio 2018. In città si respira un’aria pesante, e in tanti, specialmente tra i non autoctoni, vivono ancora nella paura. Il clima di tensione ha infatti portato molti tra gli studenti stranieri del Centro […]