memoria

nts1download (3)

No Time To Sleep: un’esperienza teatrale – Farah Ahamed

  Nel 2019, secondo Amnesty,  in 56 paesi del mondo sono state giustiziate un totale di almeno 2.307 persone e  sono state pronunciate 27.000 condanne a morte.  A causa della scarsa affidabilità dei dati si considera tale numero artificialmente basso. Il 60% della popolazione mondiale vive in Stati in cui vige la pena di morte.   No Time to Sleep, è una performance della durata […]

32 b Mural in Allison Hill- photo credit Dave Tavani

Poesia cronica, di William Farnesi (trad. italiana in collaborazione con Mia Lecomte)

  Poesia cronica aqui dentro as flores do rótulo do Ajax sorriem como a Marilyn Monroe de Andy Warhol lá fora o gelo não se desfaz com o sol dentro e fora ninguém sabe dizer quando começa a quinta estação * qui dentro i fiori dell’etichetta dell’Ajax sorridono come la Marilyn di Andy Warhol fuori il ghiaccio non si scioglie […]

unnamedfree clipart

Brucio il tempo – Maya Abu al-Hayyat

Maya Abu al-Hayyat Brucio il tempo   come pneumatici a un checkpoint, da sola soffoco, da sola inquino l’aria.   Gli incubi stanno ancora germogliando impigliati nelle reti e penso al mio bisogno impellente di svuotare la vescica.   Anno dopo anno si muore ogni volta in maniera diversa E quest’anno penso alla tua pancia enorme   quanta fatica annodare […]

palestine_100_illustration_mohamad_elaasar_mee

Palestine + 100, brani dall’introduzione di Basma Ghalayini

Per la sezione FUTURO dell’Inserto Palestina proponiamo alcuni stralci dal libro Palestine + 100 – stories from a century after the Nakba, a cura di Basma Ghalayini (Comma Press, 2019), vincitore dell’English PEN Award. Si tratta di un progetto per il quale a dodici scrittori e scrittrici palestinesi, gran parte di essi nata dagli anni 80 in poi, alcuni residenti […]

VOLOGDA Russia 2006

Mentre piegati cantano gli uccelli nella foresta in fiamme- Poesie inedite di Lance Henson

Qui è il vento a sospingere la sua memoria Gli alberi scuri in ascolto Dove si nasconde un salmo di testimonianza … Risvegliandosi al mattino presto Qualcosa si è frantumato nel fiume Pezzi d’ombra che galleggiano via il rumore di una mano aperta che si muove su un tavolo marrone polveroso …   parole solitarie che cercano rifugio mentre bruciano […]

bn time _13

da Racconti italiani – Il materiale scenico del ricordo, di Julio Monteiro Martins

  IL  MATERIALE  SCENICO  DEL  RICORDO     E anche l’oblio è ricordo, e lagune di sonno                                                                              sigillano col loro negrume  ciò […]

DSC_4111

“Mi sono inoltrato troppo dentro un sogno” – Poesie di Animikh Patra

Questi versi   Cade la sera estinguendo il fuoco della mia mente Presto sarà sera, e non devo diventare nulla Non è questo in sé meraviglia? Il peso dell’esagerazione è diventato montagna e la sera è uccello incapace di appollaiarsi sul ramo della vita Anche tu sei un poggio a forma di coscienza ripida Non poteva esserci concordia tra di […]

Dialoghi 3.0 Pino Pascali e Claudio Cintoli

Amavo il filo d’erba tramutato in ferita – Poesie di Stelvio Di Spigno da “Minimo umano”

Sprezzature   Non rispondo a nessuna domanda. Per esempio: cosa cercano gli uccelli profetici nei nostri quartieri famelici e ribelli? Cosa vuole da me l’incanto della sera oscillante tra i convegni delle spiagge? Appartenevo agli umani, il ceppo impervio, l’avida razza. Questo lo ricordo. Ogni abisso di luce che mi strappa la ragione, ogni anima buona come un pane spezzato, […]

marketmorocco20191103_220438-e1575040096707-1140x570

“Ora la mia voce smarrita attira i lupi”, poesie di Mohamed Chouchane, trad. Sana Darghmouni.

  Infanzia   Padre… Sono la tua bambina cresciuta, tra il tuo prendermi per mano e le tue caramelle, e ora la mia voce smarrita attira i lupi e i vili del rione. Padre… Sono cresciuta E non sono più la sorella minore di mia madre e non credo più al gioco del nascondino nella lunga notte invernale né che […]

ridotto

“Vedere il mondo con gli occhi della cicogna”, poesie di Azita Ghahreman, trad. di Vida Bardiyaz e Mia Lecomte

AZITA GHAHREMAN   da Nagative yek akase dastegiamì / Negativo di una foto di gruppo   traduzione di Vida Bardiyaz e Mia Lecomte       BICICLETTA ROSSA   Sogno ancora la mia bicicletta rossa sulla spiaggia verde dell’estate i capelli a ombreggiare l’acqua acini d’uva cospargono i compiti.   Crescere era difficile allungarsi in quell’aria di spine e sassi, lasciare […]