libertà

39dc8edf-ac62-426c-9519-79c758125dd6

“Ho perso la chitarra” di Cheikh Tidiane Gaye, da “Il sangue delle parole” con commento di Fabia Ghenzovich

Per Cheikh Tidiane Gaye, fornaio dei V-E-R-S.I  come lui stesso desidera essere chiamato, la parola diviene ponte di speranza, ponte tra autore e lettore, ponte tra popoli, perchè Tidiane crede nella possibilità di un’autentica trasformazione, nel senso di una parola di pace che accoglie, non divide, non ostenta, ma si schiera con coraggio e si fa voce dei poveri, dei […]

5 (1)

“Così che torni solo il suono del vento”, due poesie di Fatena Al Ghorra, trad. di Sana Darghmouni

Rosso   Rosso come dovrebbe essere così scorrevole scava nella mia anima un posto per gridare come un’esplosione che lascia dei pezzi continua a fluire senza alcuna noia o indulgenza tira i fili della mia anima quando il suo grido scuote il mio corpo.   Completamente rosso non indugia nel colore né nel tipo di dolore non contratta non si […]

BlueFog300dpi

BLACK MIRROR: LO SPECCHIO CHE RIFLETTE L’UMANITÀ INTERA E SU CUI VALE LA PENA RIFLETTERE – Paola Rizzo

  Costanti e variabili– “Black Mirror” porta con sé il presente nel suo stesso nome: “specchio nero”. Siamo circondati da specchi tenebrosi; ovunque possiamo vedere la nostra immagine riflessa su una superficie opaca: quella del nostro smartphone, del nostro tablet, del nostro PC, della televisione. Ma cosa vediamo su quelle superfici? Vediamo un’immagine che può sembrarci eccessiva solo a un […]

mririda2

“Dei miei ‘zezarit’ si parla in tutta la valle” poesie di Mririda N’ait Attik, trad, Rachid Faggioli (a cura di S. Darghmouni)

I tre ucelli            Sono stata al campo d’erba verde Nei pioppi cantavano tre uccelli Li ascoltava la vecchia pastoressa E mi disse la vecchia pastoressa: « Se ascolti la gazza che stridula Litigiosa e mai è in riposo, Diventerai cattiva e pazza di testa Quindi chi vorrà farti compagnia ? …Se dai retta al triste picchio verde, Nell’ombra fitta del fogliame, […]

Ashraf Fayad spiderman

Crepe di pelle, poesia dal carcere di Ashraf Fayad (a cura di Sana Darghmouni e Pina Piccolo)

  Crepe di pelle   Il mio paese è passato di qua calzando la scarpa della libertà… poi se n’è andato, lasciando la scarpa alle sue spalle, correva con un ritmo travagliato … come il ritmo del mio cuore, il mio cuore che correva verso un’altra direzione … senza una giustificazione convincente. La scarpa della libertà era consumata, vecchia e […]

IMG_3258

L’armonia nascosta, la libertà (Giorgio di Maio)

  Nel mondo greco la parola eleuteria/libertà aveva un significato in sede prevalentemente politica: un uomo libero era un uomo non nato da genitori schiavi e non asservito ad uno straniero o ad un tiranno. L’idea di libertà in senso universale ed astratto nasce nel mondo moderno, nel 1690 con il Secondo trattato sul governo di Locke ove la libertà […]

lettera

Lettere da 2 poeti iraniani ai poeti italiani- Cuore di Persia (Pooneh Nedai e Shahin, a cura di Teatri di Vita )

  Nel nome di Dio Punto zero di coscienza   Caro poeta italiano! Salve! Mi chiamo Pooneh. E’ il nome di un fiore che cresce naturalmente accanto al fiume. Sento che ci sono alcune invisibili connessioni nel mondo che un giorno scopriremo o rimarranno sconosciute. Quando ho pubblicato alcune mie poesie nella mia rivista letteraria “Shokaran”, non potevo immaginare che […]

IMG_4096

Siamo ciò che diamo (Maria Laura Decésare)

SOMOS LO QUE DAMOS Te ofrezco una palabra, la que se necesita cuando una herida se abre y la noche nos derrumba. Te ofrezco una promesa que nos salve de los temores del mundo.   SIAMO CIÒ CHE DIAMO Ti offro una parola, quella di cui si ha bisogno quando una ferita si apre e la notte ci abbatte. Ti […]

IMG_0277

DALLA PARTE DELLE VIOLE: “Qualche volta sono le sfumature a essere ingombranti non i colori pieni…” (Laura Serluca)

L’autore del romanzo Dalla parte delle viole sembra servirsi della morte di Federico García Lorca, avvenuta per mano della falange franchista, al fine di costruire un elemento di tensione nel narrare una storia accentuata dal desiderio di vendetta ma che, in realtà, copre una delicatezza scivolosa, logorata e ceduta da una sfiducia di fondo. Il protagonista del romanzo è Guido […]