Europa

IMG_5355-L

Sul treno, in val di susa – di Jessy Simonini

Sul treno, in val di susa   Ogni estate, da anni, attraverso i confini in treno è un esercizio utile, piccola terapia per riprendere in mano i fili delle cose, osservare quanto sia profonda una modificazione.   In un’altra stagione, un giovane è morto congelato mentre tentava di attraversare la foresta e una donna incinta è stata abbandonata dai gendarmi […]

wazal1

WAZALA O DELLA GRINTA ELEGANTE, intervista allo stilista Ayissi Wazala di Reginaldo Cerolini

  La mia intervista ad Ayissi Wazala segna per me un nuovo inizio, in molti sensi, la consapevolezza di essere negro europeo, brasiliano ed italiano con drammatica e significativa origine africana. Non avrei mai pensato di dover rimarcare questi aspetti contingenti (un tempo semplicemente descrittivi) della mia umanità ma oggi più che mai è importante testimoniarlo. È una responsabilità storica. […]

IMG_5004

ALLE FONTI DELLA LETTERATURA BRASILIANA RECENTE Intervista a Julio Monteiro Martins

  MM) Com’è oggi il Brasile, anche rispetto agli altri paesi latinoamericani? Com’è cambiato il suo ruolo dagli anni ’70 ad oggi? “La prima considerazione da fare è che i nuovi paesi, soprattutto quelli con popolazione numerosa come India, Brasile e Messico, sono realtà in veloce evoluzione. Dopo 10 anni di assenza ritrovi tutta un’ altra situazione rispetto a quella […]

Miguel

da Frontiere News, Cosa vuol dire essere Rom nell’Europa di oggi?” – interviste dal Progetto PAL

Rispondiamo a questa domanda raccontandovi le storie di alcune persone di origine Rom che hanno avuto la meglio sugli sterotipi, sulla diffidenza, in molti casi sull’aperto razzismo. Artisti e sportivi, politici e studenti universitari, attivisti/e LGBT, per i diritti civili delle altre minoranze e per i diritti degli animali. Provengono da 9 paesi europei, e ognuno di loro rappresenta una breccia […]

mare e cielo 3 - Copia

“Atolli” poesia di Reginaldo Cerolini

  Poiché andava e veniva Sul bagnasciuga la marea infinita Si allontanava e veniva Il pensiero eterno di una vita Spento nel tempo Conchiuso in uno spazio Come il guscio secco D’un mollusco evaporato   Così il mondo Così il mondo degli  stati umani Ha appreso l’arte consapevole d’uccidere Con l’intenzione di limare le coste Nel continentale bene di sé […]

15349569_10209243484217733_5908859536499682765_n

Recensione de “La Macchina Sognante” di Julio Monteiro Martins (Lorenzo Mari)

  Accingersi a parlare dell’ultimo libro di Julio Monteiro Martins, nonché del primo dopo la sua prematura scomparsa, significa confrontare un atto di lettura notevolmente distaccato – nel suo farsi, eventualmente, esercizio critico – con la permanenza del ricordo personale, del dolore dell’assenza che rende tutto – paradossalmente – più vicino e presente di quanto non si possa razionalmente concludere. […]

15094400_10209023715643656_3801348959883976850_n

L’Europa dei crediti e dei debiti (?!) (Antonino Contiliano)

  Tutta la mia sonora forza di poeta io ti consegno, classe, all’attacco!  Maiakovskij       L’Ue è l’Europa che c’è?, o è un divenire-Europa per un popolo che non c’è! E quale il senso dell’Europa dei crediti e dei debiti? Uno o più di uno? Consonanti, conflittuali, contrapposti? Sono i fuochi valutativi, ideologici, che l’1 Settembre 2016, senza […]

12814506_10153701591868110_4380972036280679643_n

Non nascondiamoci dietro i sopravvissuti (Mely Kiyak)

Perchè non discutiamo di un livello massimo di decessi? Il dibattito sui migranti lo chiarisce bene: si è deciso di proteggere le frontiere e non le persone. Raramente nelle dichiarazioni ufficiali dei politici la verità viene dissimulata così profondamente come nelle seguenti dichiarazioni: Proteggere le frontiere esterne. Chiudere le frontiere. Ridurre le quote dei migranti. Il dibattito sui rifugiati rappresenta una semplice descrizione […]

lavandaefarfalla

La guerra ancora (Flore Murard-Yovanovitch)

La guerra ancora L’invisibile diventa palese nelle ore della fine di Mare Nostrum, l’omissione di soccorso è stata decisa a tavolino. Ripresa dei respingimenti collettivi. Emersione della Frontex – Frontiera. La logica della negazione è la guerra. E come da buona logica, la negazione dell’invisibile, si concretizza nella violenza. Annullare psichicamente l’altro sfocia nell’aggressione manu militari. Il punto cieco, il […]