diritti umani

tumblr_olrxqoIsp91vmgdswo1_1280-1140x570

LETTERA AD UN MIGRANTE, di Reginaldo Cerolini

Ho trovato nella periferia di una fabbrica abbandonata, scritta col carbone su un muro biancheggiante questa lettera senza mittente. Mi sono fermato e l’ho letta.  Mi sono chiesto come sia possibile che qualcuno potesse averlo scritto senza firmarsi. Un gesto senza audacia? L’inutilità di un riferimento personale? Chissà. Ho deciso di trascriverla, nella speranza -ahimè troppo utopistica- che funga da […]

America

Presentazione e poesie dall’antologia “America, We Call Your Name” a cura di Murray Silverstein

  […] E’ stato un lungo viaggio: l’antologia è stata concepita nei giorni che seguirono la disastrosa elezione di Trump a presidente degli Stati Uniti nel novembre del 2016 e la prima spedizione dei libri mi è arrivata dalla tipografia solo ieri, 13 settembre 2018. (E proprio oggi, non a caso, il consigliere di Trump, Paul Manafort è andato fuori […]

ashraf1_0

Poesia di Ashraf Fayadh letta davanti al Consiglio per i Diritti Umani dell’ONU (Marcia Lynx Qualey)

  Il 22 giugno alle Nazioni Unite, Elizabeth O’Casey, direttore del comitato di difesa della International Humanist and Ethical Union (IHEU) ha letto davanti alla delegazione saudita e al resto del Consiglio per i Diritti Umani una poesia di Ashraf Fayadh, il poeta palestinese condannato a 8 anni di reclusione e 800 frustate in Arabia Saudita. Secondo l’articolo pubblicato in […]

Bertamurales

Sulle orme di Berta Cáceres- 4 contributi (Alessandra Riccio, Berta Cáceres, Will Parrinello, Javier Espinal)

Berta Cáceres: “Svegliati, umanità! Non c’è più tempo”   “Il patriarcato, l’estrattivismo, il capitalismo uccidono”. Con queste poche parole Berta Cáceres denunciava le tre piaghe che affliggono la sua e nostra umanità. Le aveva pronunciate a San Francisco, nel 2015, quando era salita sul palco di una sala scintillante per ricevere il Premio Goldman per l’ambientalismo. Era davvero bella nell’eleganza […]

alghesabbia

da: Il diritto umano di dominare (Nicola Perugini e Neve Gordon)

  In un freddo pomeriggio del maggio del 2012, i componenti della Nato si incontrarono a Palazzo McCormick, a Chicago. I 28 capi di stato dell’Alleanza Atlantica discussero l’impatto delle primavere arabe sulla sicurezza dei loro paesi, un sistema missilistico di protezione per l’Europa e il ritiro delle forze Nato dall’Afghanistan. Circa dieci anni prima, nell’agosto del 2003, la Nato aveva […]