comunicazione

lo senti il mare bassa

DIALOGO DI UNA MADRE E DI UN FIGLIO SULLA DIPENDENZA, di Reginaldo Cerolini e Giuseppina Battistotti

  PREMESSA Ho appena finito l’intervista con mamma, al secolo Giuseppina Angela Battistotti in Cerolini. Ascolto Luigi Tenco Ballate e Canzoni nel vecchio vinile Lesaphon Vertical di papà. Sull’immagine del pc, in cui sto scrivendo, la piccola grande famiglia Cerolini, è riunita con stupore e gioia nel patio di San Giovanni in Monte (Bologna) a festeggiare la mia laurea Magistrale […]

PER UN’APPENDICE AD UNA CORONA (Parte I) di Reginaldo Cerolini, con introduzione di Pina Piccolo

Introduzione di Pina Piccolo   Per assaporare in pieno lo spessore dei versi di Per un’appendice  ad una corona di Reginaldo Cerolini, poeta, critico e redattore de La Macchina Sognante, bisognerebbe compiere uno sforzo di visualizzazione e un esercizio auditivo, cioè immaginare la sua persona fisica, il luogo in cui sono stati scritti e percepire la sua voce, che a […]

Paola27Senza titolo

IL QUARANTENNE – UN VIAGGIO NELL’IMMAGINARIO DEI GIOVANI (Parte I) di Paola Rizzo

IL QUARANTENNE – UN VIAGGIO NELL’IMMAGINARIO DEI GIOVANI (allacciate le cinture e non avvicinatevi troppo ai ventenni: potrebbero mordere) (il personale di bordo provvederà a distribuire ai passeggeri un KAFFÈÈÈ!1!!1! in omaggio)   Denotare e connotare: Questa è la definizione di “quarantenne” reperibile – attraverso una veloce ricerca – sulla Treccani online. Consultando qualunque altro vocabolario, otterreste una spiegazione simile. […]

IMG_5051

Ri-iniziare, non dimenticare il sogno poetico-politico dei Soviet del ‘17 (Antonino Contiliano)

  Battete in piazza il calpestío delle rivolte! /…/ Nostre armi sono le nostre canzoni. /…/ Vedete, il cielo s’annoia di stelle! /…/ Majakovskij, La nostra marcia Biso­gna / strappare / la gioia / ai giorni futuri. Majakovskij, Esenin     Ḕ impossibile non sognare, come impossibile è non pensare e non agire criticamente (fosse pure solamente con il raggio […]

01_ITALIANA_Rimondi_Low

Parole per esistere (Monica Dini)

    “Talvolta uno dice al primo che capita le proprie cose migliori e più importanti. Non bisogna vergognarsene, perché non si parla sempre a delle orecchie. Le parole vogliono essere dette per esistere. (Elias Canetti – La provincia dell’uomo)       Dalla finestra dell’appartamento al quarto piano si vede la pineta. E’ sera d’estate e il rosso del […]