censura

glider_caliban_essay_1-_image_9

Blackface a scuola – “Non trattare il razzismo in classe – noi non siamo razzisti” a cura di Nick Garratt e John Austin Byrne, trad. S. Stievano

  Blackface a scuola  ‘’Non trattare il razzismo in classe – noi non siamo razzisti!’’ A cura di Nick Garratt  e John Austin Byrne, traduzione di Sarah Stievano       Camminando per i corridoi percepisco tanto entusiasmo arrivare dall’aula della mia prossima lezione. Mi chiedo come mai i miei studenti siano così su di giri. Oggi tre di loro […]

71541457_2398410317068935_668326821409849344_n

Lettera di Abdellatif Laâbi ad Ashraf Fayadh, trad. di Sana Darghmouni

  Lettera di Abdellatif Laâbi ad Ashraf Fayadh, pubblicata come prefazione alla traduzione francese “Je vis des moments difficiles”   Mio caro Ashraf, Mi piacerebbe cominciare questa lettera, anche se non è mia abitudine, con una citazione: “il coraggio è una questione di organizzazione”, come diceva André Malraux. Perché questo? Sai che sono stato io stesso imprigionato per degli anni […]

Ashraf Fayad spiderman

Crepe di pelle, poesia dal carcere di Ashraf Fayad (a cura di Sana Darghmouni e Pina Piccolo)

  Crepe di pelle   Il mio paese è passato di qua calzando la scarpa della libertà… poi se n’è andato, lasciando la scarpa alle sue spalle, correva con un ritmo travagliato … come il ritmo del mio cuore, il mio cuore che correva verso un’altra direzione … senza una giustificazione convincente. La scarpa della libertà era consumata, vecchia e […]

DSC_0072

“Un corvo… che vola su due stampelle” di Ashraf Fayad (trad. Sana Darghmouni)

Un corvo… che vola su due stampelle Non si addice alle convenzioni per ora dominanti la piuma nera né si addice ai cavi elettrici o a cadaveri ricomposti per non marcire. Iddìo era sul trono ascoltava la contro-lode e ti puniva tutto il tempo… per il tuo sospetto svolazzare sopra i cadaveri profumati. Iddìo sul trono… ha creato gli uccelli… […]

images-2

Quattro poesie brevi di Ashraf Fayad (a cura di Sana Darghmouni)

Quattro poesie brevi di Ashraf Fayad: In questo numero abbiamo deciso di far scoprire al lettore un altro aspetto delle poesie del palestinese Ashraf Fayad. Infatti oltre alle tematiche prevalenti sull’esilio, sull’amore o sulla malinconia esiste un lato del poeta che emerge soprattutto nelle poesie brevi, quello dell’ironia. Quest’ironia potrebbe essere anche una denuncia alla società patriarcale in cui il […]

images-2

Quando il salario della libertà è la morte – Il caso di Ashraf Fayad (Sana Darghmouni)

    La storia della letteratura araba, come altre, è colma di esempi di casi di censura, data la società conservatrice e tradizionalista in questione, a volte dominata da regimi totalitari o dittatoriali. La censura in suddetta società può scaturire da motivazioni di ordine religioso, politico o quando si toccano argomenti considerati tabù come l’emancipazione femminile o l’omosessualità ecc. Infatti […]

15242035_10209103533879062_8293757574431685676_n

Rafik Schami: un ponte tra due culture (Giulia Venturini)

  La sintesi perfetta tra cultura araba e cultura tedesca è ben rappresentata dalla figura di Rafik Schami, autore di best-seller molto noto in Germania. Forse nessuno mai come lui è riuscito ad impregnare le sue opere di interculturalità; forse nessuno mai è stato in grado di avvicinare due mondi – quello tedesco e quello arabo – all’apparenza così diversi, […]

lettera

Lettere da 2 poeti iraniani ai poeti italiani- Cuore di Persia (Pooneh Nedai e Shahin, a cura di Teatri di Vita )

  Nel nome di Dio Punto zero di coscienza   Caro poeta italiano! Salve! Mi chiamo Pooneh. E’ il nome di un fiore che cresce naturalmente accanto al fiume. Sento che ci sono alcune invisibili connessioni nel mondo che un giorno scopriremo o rimarranno sconosciute. Quando ho pubblicato alcune mie poesie nella mia rivista letteraria “Shokaran”, non potevo immaginare che […]

graficadef-1

La poesia non si frusta! – Tre poesie inedite di Ashraf Fayadh (a cura di Sana Darghmouni e Pina Piccolo)

Le tre poesie sono state lette all’evento “La poesia non si frusta!” tenutosi a Bologna il 22 aprile, grazie a una collaborazione tra il CUA (Collettivo Studentesco Autonomo) e la macchinasognante.com. Obiettivo della serata è stato mantenere la pressione internazionale per la scarcerazione di Ashraf Fayadh, che era stato condannato il 20 novembre scorso alla pena capitale, con riduzione, il 3 febbraio […]

lavandaefarfalla

La guerra ancora (Flore Murard-Yovanovitch)

La guerra ancora L’invisibile diventa palese nelle ore della fine di Mare Nostrum, l’omissione di soccorso è stata decisa a tavolino. Ripresa dei respingimenti collettivi. Emersione della Frontex – Frontiera. La logica della negazione è la guerra. E come da buona logica, la negazione dell’invisibile, si concretizza nella violenza. Annullare psichicamente l’altro sfocia nell’aggressione manu militari. Il punto cieco, il […]