Brasile

Menino Xavante Semente Valente 2 - Jade Rainho y Allyson Alapont

JADE RAINHO: GLI OCCHI SULLA SELVA DI UNA GIOVANE DOCUMENTARISTA BRASILIANA (Intervista di Lucia Cupertino)

Intervista e traduzione a cura di Lucia Cupertino Qualche anno fa, in una giornata berlinese soleggiata, mi ritrovai a prendere un bus che mi avrebbe portato a Francoforte e a notare una ragazza brasiliana in difficoltà, portava la custodia della sua chitarra e altri bagagli, le diedi una mano e da lì cominciammo a parlare in portugnolo. Immaginavo un viaggio […]

Sônia Bone Guajajara

Amazzonia – Il piromane ha nome e cognome (di Loretta Emiri)

Amazzonia – Il piromane ha nome e cognome Loretta Emiri, 10-09-19 Ciclicamente, il mondo intero parla dell’Amazzonia brasiliana. Lo ha fatto in occasione delle epidemie introdotte tra gli yanomami dagli operai della strada e dai cercatori d’oro, in occasione dell’assassinio di leader indigeni e difensori dei diritti civili, lo fa oggi per gli incendi dolosi che stanno distruggendo ciò che […]

Araquem 4

Umanoidi, di Bartolomeo Bellanova

Questa non è una poesia, è la roulette russa di una generazione maledetta,  sono  i cavalieri dell’Apocalisse che Albrecht Dürer non poteva sognare è un puzzle che compone a caratteri cubitali la scritta lampeggiante “pericolo imminente estinzione”:   La Groenlandia perde 11 miliardi di tonnellate di ghiaccio al giorno Entro pochi decenni potremmo dire addio ai ghiacciai delle Alpi La […]

Territorio

Territorio, il nostro corpo, il nostro spirito: appello femminista per l’Amazzonia, di Ni Una Menos

Noi: donne, lesbiche, travestite, trans, indigene, contadine, indias, donne nere, afro-discendenti, donne della comunità, delle villas, donne delle città, donne lavoratrici, latinoamericane e donne di tutto il mondo, ci uniamo per denunciare l’incendio genocida dell’Amazzonia in Brasile. L’Amazzonia è il cuore della vita stessa – che ha milioni di forme e che però è una sola – è l’organo vitale del mondo: […]

Araquem 1

A ferro e fuoco, di Araquém Alcântara

In questo preciso istante, proprio davanti ai miei occhi, l’Amazzonia arde al calore delle fiamme. Lingue di fuoco si levano oltre la cortina di fumo macchiando di rosso l’orizzonte. Il sole è interamente nascosto dall’incendio, gli occhi bruciano dal dolore, il caldo è insopportabile. Percorro oltre duemila chilometri sulla Belém-Brasilia e al posto di una distesa continua di foresta omogenea […]

farfalle

La centralità della periferia (Milton Santos)

Per la sua attinenza a quanto sta accadendo oggi in Amazzonia, rilanciamo questo estratto pubblicato nel numero 4 de La Macchina Sognante, in ottobre 2016.     Estratto dal libro: Per una nuova globalizzazione traduzione di Jessica Falconi Edizioni Arcoiris, agosto 2016           L’idea che la globalizzazione sia irreversibile si consolida apparentemente ogni volta che constatiamo […]

47190325_329509674302572_4449743627991646208_n-1140x570

IL DARIO DI FRANCESCA GARGALLO IN BRASILE: SUI LUOGHI DEL DISASTRO DEL FIUME DOCE, traduzione di Lucia Cupertino

Per la sua attinenza a quanto sta accadendo oggi in Amazzonia, rilanciamo questi testi pubblicati  nel numero 13 de La Macchina Sognante, di gennaio 2019. Addentrarsi nei luoghi del disastro ambientale e della memoria Traduzione di Lucia Cupertino Questa è la lettera che ho scritto per mia figlia e tre delle mie migliori amiche, dopo una giornata trascorsa a visitare […]

tamy-fernandes (1)

Il genocidio dei Guarani-Kaiowá (Loretta Emiri)

Per la sua attinenza a quanto sta accadendo oggi in Amazzonia, riproponiamo questo articolo pubblicato ne La Macchina Sognante n.2, in aprile 2016. PRIMA PARTE (Tradotta e curata a partire da comunicati stampa del CIMI – Consiglio Indigenista Missionario) Un leader indigeno si è nuovamente rivolto agli organismi internazionali per denunciare la situazione di estrema barbarie e crisi umanitaria che […]

Scansione9 1

Terena (Loretta Emiri)

Per la sua attinenza a quanto sta accadendo oggi in Amazzonia, riproponiamo questo articolo apparso ne La Macchina Sognante n. 0 in ottobre 2015.   “Siamo pescatori di carpe, sempre lì ad aspettare pazienti che si decidano ad abboccare”, concludeva. Sorprendendomi piacevolmente, era uscito dall’abituale mutismo per interessarsi alla mia situazione: dopo averla lucidamente analizzata, formulava addirittura dei suggerimenti che, […]

IMG_0905

Indio ha capito che il Dio dei bianchi era cattivo (Gabriel Viriato Raposo Macuxi)

Per la sua attinenza a quanto sta accadendo oggi in Amazzonia, rilanciamo questa poesia pubblicata ne La Macchina Sognante n. 1, a gennaio 2016.     Guarda, quando bianco è arrivato alla nostra terra, indio pensava che bianco era dalla parte di Dio, indio pensava che Dio era venuto a visitarlo. Infatti, bianco ha tutto e indio non ha nulla: […]