arte

DSC_2305

Nereggiare pallido e assorto … (Reginaldo Cerolini)

  Correva l’anno 2016 quando, mi sono dato un compito: osservare l’immaginario del nero in Italia. Per farlo ho usato gli unici punti di riferimento mediatico, che ho qui a Como dove risiedo da poco più di un anno: L’Espresso, Il Corriere della Sera, La Gazzetta dello Sport, Il Corriere di Como, La Provincia, la radio, qualche libro etc. . […]

Lights in the City-1

Chi ha paura delle rose dalla parte pungente delle spine?! (Reginaldo Cerolini)

    Mi risuonano nella testa le parole trascritte da Zhaer nel suo diario– il giovane persiano che tentò la libertà inseguendo l’Europa con il “Cavallo di troia” ovvero, allacciandosi con una cintura ai tubi di un tir, e che da quel tir fu schiacciato nei pressi di Venezia – che dicono “Giardiniere, fammi entrare nel tuo giardino, anche io […]

griot-mag-victor-ehikhamenor-on-the-first-nigerian-pavilon-at-venice-biennale-and-damien-hirsts-cultural-appropriation

da “Griot” Victor Ehikhamenor | La prima volta della Nigeria alla Biennale di Venezia (Janine Gaelle)

How about now? è il titolo del primo padiglione della Nigeria alla 57esima edizione della Biennale di Venezia. “Era ora!” mi verrebbe da rispondere. Anche perché a Venezia l’Africa si fa soprattutto notare per la sua assenza, cominciando dal padiglione centrale, curato dalla francese Christine Macel, che ne espone solo un pugno di artisti. Oltre a questo, solo 8 paesi […]

thecut

dal libro “The Cut – Lo strappo – Voci del cambiamento” sulle MGF (Valentina Mmaka)

Nel 2011, la scrittrice e giornalista Valentina Mmaka, figlia di genitori italiani di origini greche, cresciuta in Sud Africa ai tempi dell’apartheid, fonda a Cape Town il Gugu Women Lab, un collettivo di donne sudafricane e migranti da altri paesi africani con le quali lavora ad un progetto di scrittura finalizzato a individuare il legame tra lo spazio e l’impatto […]

IMG_4166

Per conoscere i giovani scrittori greci: Thomas Tsalapatis

  La scatola   Dentro la mia piccola scatola stanno sempre ammazzando qualcuno. Un po’ più grande di una scatola di scarpe. Un po’ più semplice di una scatola di sigari. Non so chi ammazza, chi stiano ammazzando, ma qualcuno lo stanno ammazzando Non si sente proprio niente (tranne che quando si può sentire qualcosa). La metto sullo scaffale della […]