Arabia Saudita

AshrafFotoElogiodella mitezza

Semi finale – poesia dal carcere di Ashraf Fayadh

Semi finale il nostro discorso sull’amore è arrivato troppo tardi come due giocatori ritirati che parlano di campionati mai vinti nei loro anni di attività. La giovinezza.. è il momento ideale per perdere tutto! Poi arriva il momento del rimorso. Il rimorso continua ad accumularsi fino a seppellire completamente le nostre rovine e l’esplorazione diventa compito di altre persone … […]

DSC_0072

“Un corvo… che vola su due stampelle” di Ashraf Fayad (trad. Sana Darghmouni)

Un corvo… che vola su due stampelle Non si addice alle convenzioni per ora dominanti la piuma nera né si addice ai cavi elettrici o a cadaveri ricomposti per non marcire. Iddìo era sul trono ascoltava la contro-lode e ti puniva tutto il tempo… per il tuo sospetto svolazzare sopra i cadaveri profumati. Iddìo sul trono… ha creato gli uccelli… […]

images-2

Quando il salario della libertà è la morte – Il caso di Ashraf Fayad (Sana Darghmouni)

    La storia della letteratura araba, come altre, è colma di esempi di casi di censura, data la società conservatrice e tradizionalista in questione, a volte dominata da regimi totalitari o dittatoriali. La censura in suddetta società può scaturire da motivazioni di ordine religioso, politico o quando si toccano argomenti considerati tabù come l’emancipazione femminile o l’omosessualità ecc. Infatti […]

graficadef-1

La poesia non si frusta! – Tre poesie inedite di Ashraf Fayadh (a cura di Sana Darghmouni e Pina Piccolo)

Le tre poesie sono state lette all’evento “La poesia non si frusta!” tenutosi a Bologna il 22 aprile, grazie a una collaborazione tra il CUA (Collettivo Studentesco Autonomo) e la macchinasognante.com. Obiettivo della serata è stato mantenere la pressione internazionale per la scarcerazione di Ashraf Fayadh, che era stato condannato il 20 novembre scorso alla pena capitale, con riduzione, il 3 febbraio […]