PRESENTAZIONE DELLE ANTOLOGIE “SOTTO IL CIELO DI LAMPEDUSA” E DEL CONTENITORE DI SCRITTURE LAMACCHINASOGNANTE.COM

12031515_10207790834919758_22255264332631044_o-740x493

Nell’ambito della rassegna (non rassegnata!) LA PAROLA CURA organizzata dall’associazione Germogli di Milano

il 18 giugno alle ore 18

nella sede dell’ Associazione Germogli – via Giuseppe Guerzoni, 23, 20158 Milano MI, Italia

Presentazione delle doppia antologia poetica “Sotto il cielo di Lampedusa” (Rayuela Edizioni 2014 e 2015) e  del contenitore di scritture dal mondo “La macchina sognante”.

L’evento si inserisce all’interno della prima edizione della rassegna letteraria ‘La parola cura’, con tanti ospiti e argomenti offerti loro in pasto.

 

Leggono dalle antologie “Sotto il cielo di Lampedusa I e II”,  i poeti Tareq AlJabr, Giulio Gasperini, Lucia Grassiccia e Pina Piccolo

Esprimere opinioni ed emozioni, costruire relazioni, salutare, lavorare, interrogare, rispondere, spiegare, istruire, ricordare, informare, giocare, cantare, raccontare. Comunicare. Per tutto questo e molto di più adoperiamo la parola, strumento principe del nostro linguaggio quotidiano.
Per chi la cerca dentro di sé allo scopo di modellare il proprio messaggio, per chi la lascia scappare incurante, per chi la riceve nel suo abbraccio di musica e senso, la parola edifica, ferisce, trasmette, la parola cura.

 

dalla pagina dell’Associazione Germogli

La parola cura – una rassegna per non rassegnarsi 

Maggio – settembre 2016

 

 

Esprimere opinioni ed emozioni, costruire relazioni, salutare, lavorare, interrogare, rispondere, spiegare, istruire, ricordare, informare, giocare, cantare, raccontare. Comunicare. Per tutto questo e molto di più adoperiamo la parola, strumento principe del nostro linguaggio quotidiano.

Per chi la cerca dentro di sé allo scopo di modellare il proprio messaggio, per chi se la lascia scappare, per chi la riceve nel suo abbraccio di musica e senso, la parola edifica, ferisce, trasmette, la parola cura.

 

L’associazione Germogli organizza la prima edizione della rassegna letteraria La Parola Cura – una rassegna per non rassegnarsi, caratterizzata da cinque appuntamenti contraddistinti dalla lettura recitata o performata e condivisa, con ospiti ogni volta diversi.

Il principale obiettivo degli incontri è quello di diffondere i contenuti culturali del nostro tempo e di agevolare l’aggregazione sociale, lo scambio, il dibattito, l’ascolto, in particolare facendo riferimento al tema della rassegna, quello della funzione terapeutica della cura (per chi scrive, per chi legge, per chi ascolta) e dei significati stessi legati al termine e al concetto di cura.

 

La rassegna si estenderà da maggio a settembre 2016 e l’attuale programma potrebbe essere ampliato con nuove date. Gli incontri previsti propongono principalmente testi di narrativa e di poesia contemporanee, con presentazioni di libri e nuove riviste letterarie provenienti dall’area milanese e non solo.

 

Gli appuntamenti da segnare in agenda, riportati anche nella locandina, sono:

 

–        28 maggio h. 18,00: presentazione della silloge poetica Fragile al mondo di Antonella Sica (Prospero Editore);

 

–        10 giugno h. 18,00: Finestre sul cortileil crossreading più intrigante di Milano. Con Eleonora Molisani, Paolo Vitaliano Pizzato, Giuseppe Braga  e Lucia Grassiccia. Con letture dai libri Il buco che ho nel cuore ha la tua forma, Quella solitudine immensa di amarti solo io, Elevator e Ricordati dei fiori;

 

–        18 giugno h. 18,00: in occasione di Letti di notte 2016, presentazione antologia poetica Sotto il cielo di Lampedusa e rivista La macchina sognante. Con Pina Piccolo, Okwuchi Uzosike e molti altri ospiti.

 

–        10 settembre h. 18,00reading Parole scalzecon Massimiliano Bardotti, Subhaga Gaetano Failla e Lucia Grassiccia, con focus sulla raccolta di poesie L’abbraccio (Fara editore), di Massimiliano Bardotti. Dopo due tappe in Toscana, i tre autori apriranno un varco oltre il visibile.

 

 

–        24 settembre h. 18,00: presentazione romanzo Cordelia di Nicoletta Vallorani (Prospero editore), ‘consigliato ai grandi, affinché lo siano’.

 

 

L’ingresso a ciascun incontro è gratuito ma è possibile, per chi lo desiderasse, associarsi (la tessera ha il costo di 10 euro ed è valida tutto l’anno) e/o erogare un’offerta libera verso l’associazione, che ad oggi è interamente autofinanziata.

 

Germogli è un’associazione che esprime i propri intenti attraverso la strutturazione di un Ambulatorio Sociale e Laboratorio di Idee, un luogo che intende diventare un punto di riferimento per il territorio e uno spazio di cura, sperimentazione e condivisione di esperienze, cultura e creatività.

La sede operativa di Germogli è in via Giuseppe Guerzoni, 23, a Milano, presso i locali de L’amico Charly Onlus.

 

 

Per informazioni, richieste, proposte, scrivere a lucia.grassiccia@germogliaps.org.

 

 

 

12031515_10207790834919758_22255264332631044_o-740x493

Riguardo il macchinista

Pina Piccolo

Pina Piccolo, la macchinista-madre, è una scrittrice e promotrice culturale calabro-californiana. Si imbarca in questa nuova avventura legata alla letteratura spinta dall'urgenza dei tempi, dalla necessità di affrontare la complessità del mondo, cose in cui la letteratura può dare una mano. Per farsi un'idea dei suoi interessi e della sua scrittura vedere il suo blog personale http://www.pinapiccolosblog.com

Pagina archivio del macchinista