PORCI, poesia inedita di Antonino Contiliano

IMG_7768-L

 

PORCI

: vivere come porci

porci con le ali lì…

boccate di possibilità

 

e respiro del futuro

giocatore d’azzardo

l’eternità nel tempo

 

il fulmine dell’istante

che decide l’estasi

la fuga da standby

 

il debito è pastore e

vagina freddo cenere

una vita presto in usura

 

brilla l’arsura del desiderio

e baleno ficcalo scintillante

cazzo ai latrones in paradiso

 

asintotica tangenza e lenta

danza nomade l’orgasmo

e gravidanza in canna

 

sia la morte della moneta

data a sesso e cesso e censo

è tempo di svuotare le latrine

 

e lasciate ogni speranza

voi che odio non pisciate

nel bordello biopolis vetrina

 

sporco ubriaco e lacero

eros altri poteri spirava

non certo rientri e rimborsi

 

l’intimità era della notte e

roulette il giro successivo

sgradiva accesso ripetizioni

 

alle frontiere del nesso

l’amplesso con madonna

non era di finanza adorna

 

tra le pieghe dell’impiego

voce è rivolta ora di desideri

e dis-astri eternità d’astri

 

… (amore)… ore toujours a-

more e sine more e gratias re

ogni istante in vita senza debiti

 

for erezioni faut pas puces

schuld schulden a microcip

è schudi-fuenza e macchinica

 

10 agosto 2018

Per gentile concessione dell’autore.

Nino-di-Stefano-LaNUZZA-1-1024x771

Antonino Contiliano vive a Marsala. E’ laureato in Pedagogia (Università di Palermo). è stato redattore della rivista “Impegno 80” e “Spiragli”. Ha fatto parte del movimento poetico che, tra gli anni 60 e 80 del secolo scorso, operò in Sicilia e si qualificò come Antigruppo Siciliano. Negli anni 80 ha fatto parte del comitato organizzatore degli “Incontri fra i popoli del Mediterraneo”: il convegno che, curato dal poeta Rolando Certa, ogni due anni si teneva a Mazara del Vallo. Nell’Antigruppo siciliano è stato redattore anche della sua rivista, “Impegno 80” (Mazara del Vallo) e poi del trimestrale “Spiragli” (Marsala). Fra le sue ultime poere di poesia si ricordano: ‘El Motell Blues (2007), Tempo spaginato. Chiasmo (2007), Il tempo del poeta (2009), Ero(S)diade. La binaria de la siento (2010), We are winning wing (2012), L’ora zero (2014) e la sua ultima opera Futuro Eretico (Fermenti 2016). Sue poesie sono state tradotte in inglese, francese, spagnolo, greco, macedone, romeno e croato.

 

Foto dell’autore- Ritratto di Antonino Contiliano realizzato dal pittore Stefano Lanuzza.

Immagine in evidenza: Foto di Tracy Allen.

 

 

 

Riguardo il macchinista

Pina Piccolo

Pina Piccolo, la macchinista-madre, è una scrittrice e promotrice culturale calabro-californiana. Si imbarca in questa nuova avventura legata alla letteratura spinta dall'urgenza dei tempi, dalla necessità di affrontare la complessità del mondo, cose in cui la letteratura può dare una mano. Per farsi un'idea dei suoi interessi e della sua scrittura vedere il suo blog personale http://www.pinapiccolosblog.com

Pagina archivio del macchinista