Poesia dall’Ucraina: COME ABBIAMO COSTRUITO LE NOSTRE CASE? -Serhiy Zhadan, in traduzione italiana e inglese

images (5)

—Serhiy Zhadan, un estratto, tradotto dall’ucraino  verso l’inglese da Virlana Tkacz e Wanda Phipps, e dall’inglese verso l’italiano da Pina Piccolo, con revisione di Maria Donata Villa.  Pubblicato in inglese in Loch Raven Review . La versione italiana è stata pubblicata prima in www.pinapiccolo’sblog.com

COME ABBIAMO COSTRUITO LE NOSTRE CASE? ⠀

Come abbiamo costruito le nostre case? ⠀

Quando si sta sotto un cielo d’inverno ⠀

in cui le nuvole girano e fluttuano, ⠀

si sa che bisogna vivere dove non si ha paura di morire… ⠀

Tutti hanno bisogno di un posto che gli mancherà, questo conta. ⠀

L’acqua conta di più quando ci manca. ⠀

Se volete dare la colpa a qualcuno, non datela a noi. ⠀

Per tutta la vita non abbiamo fatto altro che costruirci una casa…

 

La voce è data ai forti per cantare e ai deboli per pregare, ⠀

Una lingua scompare quando nessuno parla d’amore. ⠀

Le notti non sono notti senza oscurità. ⠀

Splendi su di noi, sole nero, splendi. ⠀

 

 

Serhiy Zhadan, poeta, romanziere, saggista, traduttore e cantante pluripremiato, vive a Kharkiv, in Ucraina.

 

Immagine di copertina: Scorcio della casa dipinta in stile naif da Polina Raiko (1928- 2004), donna ucraina, che, rimasta sola sola dopo varie tragedie familiari,  dedicò il resto dei suoi anni a decorare la propria casa dipingendo scene oniriche, mitologiche, religiose e naturali.


 

Serhiy Zhadan, an excerpt, translated from the Ukrainian by Virlana Tkacz and Wanda Phipps Loch Raven Review.

HOW DID WE BUILD OUR HOMES?⠀

How did we build our homes?⠀

When you stand under a winter sky⠀

where clouds turn and float away,⠀

you know you must live where you’re not afraid to die…⠀

Everyone needs a place they’ll miss—that matters.⠀

Water matters more when you miss it.⠀

If you want someone to blame, it’s not us.⠀

All we did all our lives was build our homes…⠀

The voice is given to the strong for singing and to the weak for praying,⠀

A language disappears when no one speaks of love.⠀

Nights are not nights without darkness.⠀

Shine over us, black sun, shine on.⠀

Serhiy Zhadan is an award-winning poet, novelist, essayist, translator, and singer—lives in Kharkiv, Ukraine.

 

 

The cover image  is a photograph of Polina Raiko’s home (1928- 2004). She was an Ukrainian peasant  who told the story of her life  turning her house in a work of art.  At 70, after a difficult life and suffering many losses, she was the only one left in her family and she started decorating  her house painting in every corner and nook dreamlike, religious, natural  and mythological figures. The house is in  Olešky, an ancient city in southern Ukraine.

 

Riguardo il macchinista

Pina Piccolo

Pina Piccolo è una traduttrice, scrittrice e promotrice culturale che per la sua storia personale di emigrazioni e di lunghi periodi trascorsi in California e in Italia scrive sia in inglese che in italiano. Suoi lavori sono presenti in entrambe le lingue sia in riviste digitali che cartacee e in antologie. La sua raccolta di poesie “I canti dell’Interregno” è stata pubblicata nel 2018 da Lebeg. È direttrice della rivista digitale transnazionale The Dreaming Machine e una delle co-fondatrici e redattrici de La Macchina Sognante, per la quale è la cosiddetta macchinista -madre con funzioni di coordinamento. Potete trovare il suo blog personale digitando http://www.pinapiccolosblog.com

Pagina archivio del macchinista