Omaggio a Julio Monteiro Martins

Il nome di questo contenitore di scritture dal mondo trae ispirazione dal libro “La macchina sognante”, opera postuma dello scrittore Julio Monteiro Martins. Nel numero zero, con la sezione che gli rende omaggio, desideriamo avvicinare i lettori e le lettrici ai testi del compianto autore che ci è stato sempre di grande stimolo nell’indagare il rapporto tra letteratura e società sia attraverso Sagarana, la rivista di letteratura mondiale della quale è stato fondatore e direttore, sia attraverso i Seminari che per molti anni aveva organizzato a Lucca. Molti di noi macchinisti abbiamo collaborato per anni con Sagarana, una delle riviste telematiche di letteratura mondiale più longeve nel panorama italiano, e abbiamo spesso avuto occasione di discutere di letteratura e società con quell’avvincente affabulatore, innamorato di letteratura e accanito nella sua ricerca del “quid” letterario quale era Julio. Nella  sezione “Omaggio a Julio Monteiro Martins” del numero zero vorremmo fare emergere sia la figura umana che quella di raffinato e impegnato letterato anche tramite alcuni testi letti durante un omaggio organizzato da alcuni dei suoi amici e delle sue amiche nell’aprile del 2015 alla Biblioteca Casa di Khaoula di Bologna.

IMG_4987

Il punto cieco (Julio Monteiro Martins)

Sono l’occhio della Storia. Ho la fama di sapere tutto di tutti, di conoscere nei dettagli ciascuna delle loro azioni. Ma informalmente vi dico: non è vero. A volte uno di loro, cioè uno di voi, nel vostro incessante movimento, attraversate degli spazi che non riesco a vedere, scomparite momentaneamente dalla mia vista per ricomparire più avanti in un altro […]

fioriviola

Piccolo viaggio in Leggerezza (tra Monteiro Martins e Calvino) (Marina Mazzolani)

Nell’intervista televisiva che consiglia Rosanna Morace alla fine del suo scritto dedicato a Julio Monteiro Martins (Arcoiris TV, 2006), Julio spiega, parlando del suo libro “Madrelingua”, come abbia voluto rifuggire dalla possibilità di indurre la noia nel lettore. Gli argomenti del libro, definito esempio di “metaletteratura”, ovvero la letteratura, la sua funzione, le sue forme, sono di solito materia di […]

Pellecerolini

La pelle (Reginaldo Cerolini)

  A Zhaer e Julio   Un giorno io ti farò entrare nella mia pelle e incontrerai il sangue vivo dei naufraghi di cinque continenti, iI battito finito dei loro cuori che non toccando la riva non ha così potuto trasformarIi in detenuti di prevenzione per colpe future, in speranzosi fuggitivi, in vu cumprà, in schiavi, in lustra scarpe, in […]

Mount roraimaMount roraima

Sagarana (Loretta Emiri)

Per Júlio Monteiro Martins Non volevo alzarmi, ho mal di testa. Guardo dalla finestra: grigio e umido tutt’intorno, raccapricciante la voce del vento. Accendo il computer come a invocare miracolo. La lettera del direttore lì ad aspettarmi, le sue parole a resuscitarmi: pubblicato brano spedito da tempo, quello scritto senza giri di parole e di cui temevo la sorte. Cliccando […]

IMG_4979

Escrevo da Montese destruida (Tullio Bugari)

Ho un debito con Julio. Un paio di anni fa pubblicò su Sagarana un estratto del mio libro “In bicicletta lungo la Linea Gotica”, sulle strade della seconda guerra mondiale; in quel frammento citavo qualcosa dei soldati americani e Julio osservò: “Non ci furono solo gli americani ma tanti altri, dimenticati, come la Forza di spedizione brasiliana.” Ora ho voluto […]