La poesia non si frusta- Libertà per Ashraf Fayadh

graficadef-1

Evento: La poesia non si frusta – Liberta per Ashraf Fayadh

Martedì 22 marzo 2016  ore 19

via Zamboni 38, Bologna

 

Serata di poesia, musica, immagini ed interventi per sostenere il poeta palestinese Ashraf Fayadh attualmente condannato dal tribunale saudita a 8 anni di carcere, 800 frustate e la totale rinuncia alla sua opera creativa.  Organizzata dal Collettivo Universitario Autonomo (CUA) e lamacchinasognante.com la serata prevede aggiornamenti sulla situazione giudiziaria del poeta  condannato a morte per apostasia a novembre dell’anno scorso e che il 3 febbraio di quest’anno ha visto la pena commutata  ad una sentenza altrettanto sproporzionata crudele, letture di sue poesie con commento critico  di Gassid Mohammed e Sana Darghmouni, proiezioni di immagini dal progetto “Rhizoma” presentato alla 35esima Biennale di Venezia in rappresentanza dell’Arabia Saudita e sotto la curatela di Ashraf Fayadh, musica del gruppo musicale Hudud (Confini) e un omaggio alla poeta e attivista  egiziana Shaimaa el Sabbagh,  uccisa dalla polizia nel 2015 mentre portava fiori a piazza Tahrir per commemorare l’anniversario delle rivolte. Si prevede anche un dibattito alla fine dei vari interventi e letture.

graficadef-1

Riguardo il macchinista

Pina Piccolo

Pina Piccolo, la macchinista-madre, è una scrittrice e promotrice culturale calabro-californiana. Si imbarca in questa nuova avventura legata alla letteratura spinta dall'urgenza dei tempi, dalla necessità di affrontare la complessità del mondo, cose in cui la letteratura può dare una mano. Per farsi un'idea dei suoi interessi e della sua scrittura vedere il suo blog personale http://www.pinapiccolosblog.com

Pagina archivio del macchinista