AYOTZINAPA DUE ANNI DOPO Poesie per non dimenticare 15 dicembre ore 18, Centro Amilcar Cabral – Bologna

copertina

AYOTZINAPA DUE ANNI DOPO

Poesie per non dimenticare

Giovedì 15 dicembre ore 18

Centro Amilcar Cabral

Via San Mamolo 24- Bologna

 

 

Presentazione del libro:

43 poeti per Ayotzinapa. Voci per il Messico e i suoi desaparecidos, Incroci – Collana delle Edizioni Arcoiris, Edizioni Arcoiris, 2016

 

Intervengono:

Giovanni Gentile Marchetti, Università di Bologna

Lucia Cupertino, antropologa culturale, poeta e curatrice del libro

Victor Moreno, educatore messicano

Videotestimonianze dal Messico (Fabrizio Lorusso, giornalista, Francesca Gargallo, scrittrice e altri)

 

Ayotzinapa rappresenta un punto di non ritorno all’interno della storia delle violenze in Messico. Il plurale è d’obbligo. Quei 43 giovani studenti della scuola “Raúl Isidro Burgos” scomparsi nella notte tra il 26 e il 27 settembre 2014 sono solo una frazione dei desaparecidos, morti, feriti fisicamente e psicologicamente.

 

Con l’acquisto del libro si sostengono direttamente le famiglie della Normale Rurale di Ayotzinapa.

 

Giovedí prossimo sarà con noi, in video testimonianza, Fabrizio Lorusso.

Milanese dall’estate del ’77, dall’inizio del nuovo millennio sono a Città del Messico, dove ho studiato master e dottorato in studi politici e sociali dell’America Latina. Come giornalista free-lance ho collaborato con Radio Popolare, Il Reportage, l’Unità, Huffington Post, Il Fatto Quotidiano, Il Reportage, Loop, Linkiesta, Peacereporter, Carta, GlobalProject, il quotidiano messicano La Jornada, le riviste Variopinto, Desinformémonos e la cilena América Economía. Insegno storia e geopolitica dell’America Latina e linguacultura italiana.

Ho pubblicato il reportage, scritto con Romina Vinci, La fame di Haiti (END, 2015), il libro di giornalismo narrativo Santa Muerte. Patrona dell’umanità (Stampa Alternativa, 2013) e NarcoGuerra. Cronache dal Messico dei cartelli della droga (Odoya, 2015). Curo il blog LamericaLatina.Net e sono tra i redattori della storica web-zine Carmilla On Line.

Oltre a collaborare in 43 poeti per Ayotzinapa, vi suggeriamo il suo ultimo libro, maestoso lavoro che dà un quadro della complessa realtà messicana: “Messico invisibile: Voci e pensieri dall’ombelico della luna” edito da Arcoiris

Riguardo il macchinista

Pina Piccolo

Pina Piccolo, la macchinista-madre, è una scrittrice e promotrice culturale calabro-californiana. Si imbarca in questa nuova avventura legata alla letteratura spinta dall'urgenza dei tempi, dalla necessità di affrontare la complessità del mondo, cose in cui la letteratura può dare una mano. Per farsi un'idea dei suoi interessi e della sua scrittura vedere il suo blog personale http://www.pinapiccolosblog.com

Pagina archivio del macchinista