Pina Piccolo

Riguardo il macchinista

Pina Piccolo

Pina Piccolo, la macchinista-madre, è una scrittrice e promotrice culturale calabro-californiana. Si imbarca in questa nuova avventura legata alla letteratura spinta dall'urgenza dei tempi, dalla necessità di affrontare la complessità del mondo, cose in cui la letteratura può dare una mano. Per farsi un'idea dei suoi interessi e della sua scrittura vedere il suo blog personale http://www.pinapiccolosblog.com

Pagina archivio del macchinista
Partners5

RESURFACE FESTIVAL 2021 – ROMA 3-5 dic., BOLOGNA 11-13 dic.

La Macchina Sognante è lieta di essere partner nel lavoro di divulgazione del Festival Resurface 2021, che quest’anno ha luogo  prima a Roma e poi Bologna, da inizio a metà dicembre, con una fitta serie di appuntamenti importanti, eventi artistici in tutte le forme,  all’avanguardia per quanto riguarda nuove proposte di linguaggio, performance, tematiche, dibattiti culturali  tanto essenziali nell’attuale panorama […]

Scomparso_Milano-rev

Tour Scomparso 2021: Ahmed Masoud a Milano (23 e 25 sett.) e Trieste (27 sett.)

      Il tour italiano 2021 dell’autore palestinese Ahmed Masoud sarà accolto a fine settembre in due importanti spazi culturali milanesi: la storica libreria Calusca (il 23, alle ore 20,30), e la libreria-bistrot Anarres (il 25, alle ore 17). Scomparso: la misteriosa sparizione di Mustafa Ouda (Lebeg 2019, 225 pagine, €18), romanzo di formazione/giallo ambientato a Gaza in un […]

MACHI 7 edit

Lorine Niedecker – Nove ambientazioni (a cura di Pina Piccolo e Manuela Rasori)

Considerata una poetessa della natura per i suoi frequenti riferimenti all’ animato e all’ inanimato, Lorine Niedecker (1903-1970) è in realtà molto di più, produce  improvvisi e sorprendenti cambiamenti nella prospettiva accostando deliberatamente categorie in apparenza dissimili. Nel suo immaginario il paesaggio del Wisconsin dove visse quasi tutta la sua vita, lungo le rive del fiume Rock  nella Blackhawk Island. Avvicinata ai […]

DaughtersofAfghanistan1

Donne e poesia in Afghanistan; libertà, tradizione e sperimentazione, con selezione poetica e traduzione a cura di Aria Fani e Adeeba Talukder

  Per gentile concessione di di Aria Fani autore dell’articolo, selezione poetica e traduzione inglese a cura di Aria Fani e Adeeba Talukder, traduzione italiana di Pina Piccolo dall’ articolo originale apparso in inglese nel 2012 nel sito iraniano Frontline – Poetry – Daughters of Afghanistan: Literary Voices of Change    Ognuno ti chiama verso di sé/ io ti invito solo […]

Michelle Angela Ortiz

Corporación Traitraico in collaborazione con Delight Lab

Eres Mi Todo 1- Photo Credit Steve Weinik

Riflessioni a partire da Giulia Grechi, Decolonizzare il museo, Mimesis, 2021 – di Jessy Simonini

  È complesso rendere conto in maniera strutturata e organica dei numerosi spunti di riflessione offerti da questo volume di Giulia Grechi, uno studio che ha la grande qualità di unire rigore teorico e profondità di analisi (se si pensa, in particolare, ai passaggi riguardanti opere d’arte o installazioni museali specifiche) a una dimensione limpidamente divulgativa, capace di coinvolgere un […]

Mural develado-0960

LIFE/VITA – Poesia di Ali Moshtaq Askari, poeta hazara

VITA È come una montagna tanto alta che nessuno può vedere Che sorge con il sole da lontano in mezzo al mare. Le sue grotte, dipinte sulla roccia scolorita dal sole, Dicono ciò che è stato e cosa ancora deve accadere E alla città in ascolto narrano la storia Da quella grotta scolpita, a forma di pagliaccio, dal lavorio del […]

Detail Epifania

Di che cosa parliamo quando parliamo di movimento – Shailja Patel (trad. Marta Matteini e Pina Piccolo)

   Il testo in traduzione italiana è ripreso dalla poesia interpretata da Shailja Patel nel video https://www.pw.org/content/shailja_patel. realizzato a cura dello Smithsonian Institute.   Come ci vedi tu, la migrante; come vedi Noi, l’Altro? Mi ha chiesto un uomo ieri sera, alla fine della mia presentazione a Venezia.   Indovinate la razza del Noi. Indovinatene la cittadinanza.   L’ho detto tante […]

Se Siente El Miedo 2016

“PERDI LA MADRE: UN VIAGGIO LUNGO LA ROTTA ATLANTICA DEGLI SCHIAVI” DI SAIDIYA HARTMAN, recensione di Chukwumeka Attilio Obiarinze

  Girando per Barcellona, in quanto afro-discendente e, soprattutto, in quanto essere umano dotato dei requisiti minimi di curiosità ed empatia, non posso fingere di non vedere i segni ancora tangibili dell’eredità schiavista del Paese che ho scelto temporaneamente come casa. Mentre salgo sul treno che da Estaciò de Sants porta a Matarò, non posso dimenticare il fatto che quella […]