Maria Rossi

Riguardo il macchinista

Maria Rossi

Sono dottore di ricerca in Culture dei Paesi di Lingue Iberiche e Iberoamericane, ho conseguito il titolo nel 2009 presso L’Università degli Studi di Napoli l’Orientale. Le migrazioni internazionali latinoamericane sono state, per lungo tempo, l’asse centrale della mia ricerca. Sul tema ho scritto vari articoli comparsi in riviste nazionali e internazionali e il libro Napoli barrio latino del 2011. Al taglio sociologico della ricerca ho affiancato quello culturale e letterario, approfondendo gli studi sulla produzione di autori latinoamericani che vivono “altrove”, ovvero gli Sconfinanti, come noi macchinisti li definiamo. Studio l’America latina, le sue culture, le sue identità e i suoi scrittori, con particolare interesse per l’Ecuador, il paese della metà del mondo.

Pagina archivio del macchinista
22007712_1916009418425675_8830269239389339702_n

“Sessualità e disabilità”, liberare l’amore è possibile (Valeria D’Agostino)

LAMEZIA TERME – Un dibattito emerso da circa un decennio in Italia, quello fra sessualità e disabilità, e che ancora oggi, però, risulta poco affrontato, sia in sede accademica, sia nella quotidianità di tutti i giorni piena di tabù e pregiudizi. La sessualità, infatti, se accostata al disabile diviene argomento più complesso forse perché le coscienze risultano assorbite da vecchi […]

13_ITALIANA_Rimondi_Low

Selezione poetica di Mario Islasáinz (trad. e commento di Maria Rossi)

  I testi di Mario Islasáinz che proponiamo di seguito sono tratti dai libri Reflecturas, IVEC, Istituto Veracruzano de Cultura, Jalapa, 2002 (i primi 4), e da Código 0, Ediciones El Viaje, Jalisco 2014 (i restanti 3). In entrambi i libri Islasáinz affronta temi cruciali per il suo Paese, il Messico, e in generale, per l’intera realtà latinoamericana. In Reflecturas […]

10

Calabria greca, fra identità in movimento. Diario di viaggio

Dentro di me è chiara sin da subito la consapevolezza di trovarmi in un luogo antico e senza tempo. Una dimensione totalizzante fatta di molteplici sensazioni fra loro contrapposte. Qualcosa che certamente aiuta nel percorso di avvicinamento spirituale ad attraversare la propria personalità. Più vai a Sud più ti riconosci, soprattutto nelle contraddizioni. Cercando di restare ben lontani da retorica, la […]

DSC_0319

Lingue alterNative nell’era della postindianità

  My writing in English is a continuous battle against the rigidity of English, and I revel in the discoveries I make in constructing new ways to circumvent such invasive imperialism upon my tongue. Jeannette Armstrong, okanagan, 1998     In una stanza dalle pareti bianche, un proiettore riflette due immagini: la prima raffigura una donna, immobilizzata da una corda, […]

Milano_giorgio Di Maio_02

Hotel Atlântico, di João Gilberto Noll

João Gilberto Noll, Hotel Atlântico, vol. 31, collana Gli eccentrici, Edizioni Arcoiris, 2017 traduzione di Jessica Falconi               Sono vecchio, pensai. Quarant’anni appena compiuti, un vecchio. Andarmene in giro è una follia. Le gambe deboli. Il cuore che batte impazzito, lo so. E questa postura reumatica… Lì, immobile all’uscita dell’hotel, mi vennero le vertigini. Avevo la […]

DSC_0043

Chilean electric, di Nona Fernández

Nona Fernández, Chilean electric, Edicola, 2017.   La scrittrice cilena Nona Fernández arriva nuovamente in Italia con il suo ultimo lavoro, Chilean Electric, premiato nel 2016 come miglior romanzo pubblicato in Cile, anche stavolta, dopo Space invader (2013), pubblicato da Edicola edizioni, all’interno della collana Al tiro. A questa collana, e dunque per esteso alla casa editrice, va il merito […]

Milano_giorgio Di Maio-2

Ditelo a mia madre, di Vera Lúcia de Oliveira

Vera Lúcia de Oliveira, Ditelo a mia madre, Fara editore, Rimini, 2017.  L’ultima raccolta di poesie di Vera Lucia de Oliveira è un piccolo libro dal titolo evocativo: Ditelo a mia madre; un piccolo libro che scatena invece grandi turbamenti per il tema trattato, per la delicatezza dei versi che è al contempo forza espressiva e per la caparbietà e […]

18446684_1366474530111836_206924417513719693_n

“Un treno nel Sud” insieme a Corrado Alvaro per rivedere il presente (Valeria d’Agostino)

  LAMEZIA TERME – Scrivere di Corrado Alvaro non è facile, nella maniera in cui non è facile riuscire ad afferrare l’enorme quantità di dati forniti dalla sua lettura, eppure è un lavoro affascinante, al termine del quale l’anima riposa e si inquieta al tempo stesso. “Un treno nel Sud” di Corrado Alvaro, è il libro curato da Vito Teti, […]

18424987_1366474600111829_4683551270602119075_n

Perù (Teresa Orbegoso)

  Dopo una guerra nessuno può essere obbligato ad amare. Amare, questa parola risuona vuota, fluttua nell’aria come se non la conoscessi, senza che possa entrare in te. Come se non l’avessi pronunciata mai. E un’altra appare e si ripete. Un tentativo affinché la tua terra nasconda e neghi. Polvere senza ossigeno. Fonte del suo potere la tua ferita, la […]