saggi

22

Il paradosso della Sardina, Parte I, di Gajus Tsaamo

  Il 14 novembre 2019, un movimento spontaneo con grande entusiasmo riempiva la grande piazza di Bologna, Piazza Maggiore. I fondatori partendo dall’idea di contrastare una forma di politica violenta verbalmente e discriminatoria avevano pensato di creare una manifestazione per dimostrare che un’altra forma, un altro modo di fare politica, era possibile  e quindi in meno di una settimana, raggiunsero […]

Figura-3-Abu-Qadim-Haqq-dipinto-preparatorio-per-The-Book-of-Drexciya-Vol.-1

da Roots&Routes, “Genealogie dell’Afrofuturismo: la black sci-fi per finirla con l’Umanesimo”, di Claudia Attimonelli

Prima pubblicazione in Roots & Routes, nell’ambito del ricco  numero di gennaio 2020  dedicato all’Afrofuturismo. Una tempesta contemporanea: l’Angelus Novus Afrofuturista Nato nell’alveo della diaspora africano-americana degli anni Novanta, l’Afrofuturismo parte da alcuni assunti fondamentali che si possono sintetizzare nell’omologia tra schiavo, alieno e robot e nell’esclusione dei neri dall’ordine del discorso sul futuro e sullo sviluppo tecnologico, tanto che […]

a ponte

Volontari in carcere e detenuti. Forse non lo sai ma pure questo è amore, di Romina Arena

  Volontari in carcere e detenuti. Forse non lo sai ma pure questo è amore   L’immaginario collettivo vuole il volontario come un benefattore che sfiora punte mistiche di carità e misericordia. Uno con un senso folle di abnegazione per l’altro. Sembra quasi di dipingerlo tra le nuvole, una specie di unto dal Signore con un’autostrada che lo fionda dritto […]

a metro

Stran(i)eri. Storie di alfabetizzazione. Intervista a Giulio Gasperini (di Lucia Cupertino)

LC: Caro Giulio, piacere di ritrovarti sulla nostra pagina. In precedenza abbiamo accolto tue poesie, reportages sociali e ambientali, brevi saggi, soprattutto legati a Lampedusa…spiegaci un po’, il legame con l’isola continua? Ha dato vita a nuove riflessioni e collaborazioni? GG: Grazie a voi dello spazio che ogni volta mi concedete sulle pagine virtuali di questa meravigliosa rivista. Il rapporto […]

IMG_0003

L’impellenza dell’agire ora per mitigare i danni all’ambiente -Intervista all’attivista Giovanni Gottardo

Pina Piccolo:  Grazie per accettato di essere intervistato per La Macchina Sognante. Potresti presentarti per i nostri lettori? Come è nato il tuo interesse per le tematiche ambientali? Che tipo di attivismo hai svolto negli anni? Sei stato coinvolto in lotte per la difesa dell’ambiente nel territorio in cui vivevi? Giovanni Gottardo:  Sono Giovanni, ho 21 anni e vivo a […]

RoyRaheem281g3OP2LzkL._SS500_

NEGRO MOMENT 5: IL MORO DI VENEZIA ROY RAHEEM! – di Reginaldo Cerolini

  Oggi dopo il lavoro, ho ascoltato molta musica, principalmente rap. Ho cercato di fare il punto su più di un anno di osservazione del sottobosco delle cosiddette seconde generazioni alle prese col difficile percorso dell’italianità, partendo dalla estetica rap, ancora da scoprire e già così ricca di futuro. Se è vero che manca un’osservazione del fenomeno che tenga conto […]

41td0tWZb6Lposto

Immaginazione e migrazione, il lavoro pionieristico di Simona Miceli in “Un posto nel mondo. Donne migranti e pratiche di scrittura”

Un posto nel mondo. Donne migranti e pratiche di scrittura Simona Miceli, con prefazione di Paolo Jedlowski. Luigi Pellegrini Editore 2019   AVVERTENZA: recensione in cui emerge il posizionamento della recensora o recensitrice che dir si voglia, dovrete sopportare la sua voce fuori campo che narra anche di fatti suoi…   Il libro di Simona Miceli “Un posto nel mondo. […]

maxresdefault (1)redcarpet

da Frontiere News “Perché abbiamo occupato il red carpet di Venezia in nome dell’ambiente” di Riccardo Bottazzo

Parlano gli attivisti che hanno ‘invaso’ il Festival del Cinema e ricevuto l’appoggio di Mick Jagger e Roger Waters: “Venezia è diventata la città delle navi inquinanti e grandi opere fallimentari; da qui lanciamo l’allarme per tutelare l’ambiente e la biodiversità” Lo avevano annunciato sin dall’inizio, i giovani del Climate Camp. Come si usa adesso, ne avevano fatto pure un […]

4_san pietro in grado pisa affreschi interno deodato orlandi

Periplo delle Repubbliche Marinare – Parte Seconda (capitoli iV- Vi) di Giovanni Asmundo

Capitolo IV. Esuli, affreschi, surfisti del tweet 18.06.2018 Tirrenia Qui, alla fine di tutte le stanze, nell’ora più calda. Nell’antico porto sepolto di Pisa, tra mura accoglienti, riflettendo, leggendo, prendendo appunti. Un poster ondulato mi ricorda le ultime onde del mare su una battigia lontana. E penso a Charlie Chaplin in veste di Grande Dittatore, alla sua geniale parodia. E […]

-2

Niente poesia dopo Lampedusa? Compassione, ostilità, testimonianza e la “crisi migratoria’ europea – Filippo Menozzi

  Nelle immagini della “crisi migratoria europea” che dominano i media mainstream, solitamente i richiedenti asilo e altre persone in fuga da conflitti, genocidi e povertà in Africa e nel Medio Oriente vengono rappresentati come una moltitudine senza nome che assedia le coste e i confini europei.  Nel quadro attuale dell’Europa liberista, contraddistinto da una situazione economica squilibrata e precaria, […]