Sconfinanti

Spazio dedicato alla scrittura sulla/della migrazione. Non una riserva in cui confinare gli scrittori migranti per ricavarne un’ulteriore categoria, ma uno spazio, indipendente dalla cittadinanza, per i molteplici temi della migrazione​ (come testimonianza, come motivi ispiratori…), nella restituzione, tramite la scrittura, di un umano comune, in movimento nel presente (in fuga e verso), generando futuro.

DSCF2953 1gc

MONDO – Fadiola Golloberda

MONDO di Fadiola Golloberda Ogni passo che facciamo sa di verità, le impronte che lasciano profumano di sangue. Lì, tra un passo e l’altro nascono le note. Vorrei leggerle e tradurle in tutte le lingue con semplici lettere. Chi l’ha detto che per fare i passi si usano solo i piedi e non le mani, la voce o l’intero corpo? […]

DSCF2952gc

Storie di disperata speranza – Guergana Radeva

  Nasib corre. Nel buio, alla cieca. Con un orecchio ascolta i passi dei compagni, bisbigli, fiato spezzato, con l’altro capta i segnali del bosco perché la natura si accorge prima degli uomini di ciò che sta per accadere. E Nasib deve essere veloce per riuscire a cambiare il futuro. Stavolta, se Dio vuole… Aspettavano da tempo una notte senza […]

39dc8edf-ac62-426c-9519-79c758125dd6

“Ho perso la chitarra” di Cheikh Tidiane Gaye, da “Il sangue delle parole” con commento di Fabia Ghenzovich

Per Cheikh Tidiane Gaye, fornaio dei V-E-R-S.I  come lui stesso desidera essere chiamato, la parola diviene ponte di speranza, ponte tra autore e lettore, ponte tra popoli, perchè Tidiane crede nella possibilità di un’autentica trasformazione, nel senso di una parola di pace che accoglie, non divide, non ostenta, ma si schiera con coraggio e si fa voce dei poveri, dei […]

2 (1)

Dialettica, poesie inedite di di Reginaldo Cerolini

… io ti perdono  perché sogni bellezza e regali a dio l’ansia di tutte le risposte  e il riposo nel tuo petto ombroso di molte costellazioni.  E so che la tua ottusa volontà di capire  sfibra l’eternità al tempo di un cuore   ritmato di piena incoscienza. E tutto quel che sai è niente che dai a mani piene fra lacrime […]

DSCF2957 1gc (1)

Carlinhos – Tullio Bugari

    Le storie sono tarocchi che puoi ricombinare più volte, ciò che conta non è il caso ma le relazioni tra i dettagli. Come in un gioco ripetuto più volte, il racconto non è mai lo stesso ma il suo significato non cambia, devi solo scoprirne ogni volta un lato diverso, e l’immaginazione ci guadagna.   Il primo dettaglio […]

Schermata 2019-02-15 alle 09.40.19

da ““Il ritorno del narratore nella letteratura dei e sui viaggi della speranza attraverso il Mediterraneo” – Tessa Consoli

Da“Il ritorno del narratore nella letteratura dei e sui viaggi della speranza attraverso il Mediterraneo” tesi di Master di Tessa Consoli depositata presso la facoltà di filosofia dell’Università di Zurigo. (dal cap. 6, pagg. 66- 71) Negli ultimi anni in Italia (ma anche in altri paesi) il discorso filosofico 226 e quello letterario si sono spesso confrontati con la tematica della […]

56203756_10218094583143476_728477486203011072_n

Da “Lo specchio e l’ombra”, poesie in versione bilingue arberesh e italiano di Mario Bellizzi, con estratto dall’introduzione dell’autore

Dall’Introduzione a cura di Mario Bellizzi: Umbra – spectrum – speculum Ombra – spettro – immagine riflessa Questa è una serie di aree eterotopiche che per proiezione segnano la presenza di oggetti e corpi collocati sulla soglia del ritrarre: re-trahere, etimologicamente “mettere in un luogo appropriato”, che la mente afferra allo stesso modo e che rivestono lo stesso significato. Lo […]

56360499_10218098373758239_5454988579115630592_n

Ognuno sta solo nel cuore degli acquisti… Parte III – Irene De Matteis

Sono approdata ai supermercati. Luoghi pieni d’indifferenza. Nella strada dove abito a Berlino le vittime dell’acquisto passivo si distribuiscono lungo un solo kilometro in almeno 10 diversi punti vendita. Tutto è ripartito dal reparto ortofrutta, guardando delle mele rosse che per farne una ce ne vogliono 3 dell’albero del nonno. Si entra nel supermercato con un desiderio e si rimane […]

IMG_6343

NEGRO MOMENT: OVVERO NUOVI ITALIANI 3: MR. SLAVA! – Reginaldo Cerolini

Il contesto musicale e lo scenario italiano mediatico e sociale muta con una velocità che si fa fatica a seguire. Anche quello meno noto che preannuncia l’Italia multietnica di oggi e di domani. Per fortuna il respiro di un trimestrale consente di guardare e ridefinire i confini di questo mondo rap senza l’ansia del presenzialismo o di dover per forza […]

3

SCRITTI MINORI, a cura di Reginaldo Cerolini

È così riposante -talvolta- essere minori, come il correlativo oggettivo dell’esistenza senza valore, per poter così, si fa per dire, venire trovati come fiori rari o diffusi -del resto è un’eventualità che oscilla fra la capacità di osservare e l’avidità mercenaria delle mani- perché può darsi che questo evento sia un incontro e putacaso fecondo. Reciprocità nell’anonimato rivelato? Chissà… Mi […]