Sconfinanti

Spazio dedicato alla scrittura sulla/della migrazione. Non una riserva in cui confinare gli scrittori migranti per ricavarne un’ulteriore categoria, ma uno spazio, indipendente dalla cittadinanza, per i molteplici temi della migrazione​ (come testimonianza, come motivi ispiratori…), nella restituzione, tramite la scrittura, di un umano comune, in movimento nel presente (in fuga e verso), generando futuro.

images (5)adelina

IN MEMORIAM ADELINA SEJDINI: Ad Adelina per Adelina, di Gentiana Minga

È dagli inizi del novembre scorso che mi sono impuntata nell’idea di scrivere un pezzo per Adelina. Un pezzo saggio, strutturato bene e della massima accuratezza possibile. Ho fallito, ma ciò non mi fa sentire in colpa. Mi è stato quasi impossibile riuscire a tirare fuori da questa storia incredibile un che di sensato. Nella mente non riuscivo ad abbozzare […]

IMG_3570

QUATTRO PAROLE – Franca Dumano

    Quattro parole strappate all’angoscia, all’emozione dell’incontro, alla confusione dei tanti pensieri che turbinano nelle nostre menti. Quattro parole per resistere alle lacrime e raccontarti- appena ti vedo -dell’arrivo in una Roma bellissima, striata di autunno e speranze, magica città sensuale che mi invoglia a restare, a fermare i continui spostamenti degli ultimi due anni. Quattro parole per riuscire […]

davdav

Il ritorno – Mahua Sen Mukhopadhyay

  I cieli sopra Calcutta sono plumbei e sprofondano rapidamente sotto il peso di nuvole gonfie di pioggia. Arse dalla calura di metà giugno, avvelenate dall’inquinamento e screpolate dall’insostenibile sete provocata dai venti secchi, ora gravide di promesse di sollievo esse si librano con tranquillità trionfante in cima agli edifici di questa giungla di cemento. Shuprobha si infila rapidamente nel […]

IMG_3769

brani da “Non dire che mio figlio cammina in paradiso” di Islam Nawwar

1 Ero nella mia camera da letto quando ho sentito la chiamata del muezzin: “La preeeeeeghiera e è meglio del sonno / la preeeeeghiera è meglio del sonno” Così sono corso verso il router per iniziare la mia adorazione quotidiana.     se fossi stato lì All’esecuzione di Lorca Non sarei stato né Lorca Né quello che brandisce la pistola […]

davdav

Tempi che sono..Zeiten wie…Kohē që janë, di Gentiana Minga – Recensione di Claudia Nastasi

  Novembre 2017, un freddo treno-merci viaggia verso il Brennero portando con sé la vita del piccolo Anthony, diretto chissà dove, attraverso l’inverno, in compagnia di una borsa abbandonata. Il treno però si ferma prima del confine e la storia di Anthony apre la strada a molteplici possibilità di confronto e riflessione. Gentiana Minga, autrice e traduttrice di origine albanese, […]

MB269859996_895491111142933_5922677275579613053_n

BIFORCAZIONI E CONGIUNZIONI fra le poesie di Mario Bellizzi – Antonino Contiliano

  Le lingue sono dispettose come capre / fanno impazzire pastori e accademie / …/ Mario Bellizzi, (“La lingua rizoma”)   Sorprende non poco (e in senso proficuo) leggere dei testi di poesia del XXI secolo – “La lingua rizoma”, scritti sia in lingua italiana che in lingua “arbëreshë” (albanese straniato), e trovarvi pure certe coincidenze significanti (corrispondenze enunciative) che […]

269349194_1157780714965356_6609633267059677731_n

Ricordo di operai – Xiao Meng, trad. Federico Picerni

    1   16 maggio 2008 c’è chi ricorderà questo giorno e c’è chi l’ha dimenticato qualcuno è morto qualcun altro vive   2   una coppia: genitori di un uomo del sud una coppia: genitori di un uomo del nord quest’oggi al sud e al nord hanno perso i propri figli quest’oggi più di mille operai della fabbrica […]

WhatsApp Image 2021-11-20 at 10.45.37 (1)

“Windows”: Riflessioni di Donald Stang e Helen Wickes sulla traduzione collaborativa delle poesie di Julio Monteiro Martins – Intervista a cura di Bishnupriya Chowdhuri

Traduzione italiana di articolo apparso il 28 maggio 2021 nella rivista digitale The Antonym – Bridge to Global Literature.   [Nota biografica a cura dei traduttori] L’ultima raccolta di poesie di Julio Monteiro Martins, La grazia di casa mia (The Grace of My Home nella nostra traduzione), è stata pubblicata in italiano nel 2013 (Rediviva Edizioni, Milano). L’autore è stato uno scrittore e […]

20200711-Cleanse_LW-0633

Testimonianza di Furugh da Kabul, in attesa di essere salvata

A cura di Domenico Arturo Ingenito, professore di Iranistica presso l’UCLA, California. Ho tradotto in Italiano dal Persiano la testimonianza di una ragazza che è rimasta per giorni in attesa nel canale-fogna che porta all’aeroporto di Kabul. Forse non ci sarà salvezza per lei. Conosco il suo nome, ho visto la sua foto. La chiamerò Forugh per proteggerla da ritorsioni. […]

TERRITORIO SAGRADO

CHAT – Racconto di Julio Monteiro Martins tratto da Racconti Italiani

  CHAT     Ciao Marco Non so se ti ricordi ancora di me. L’architetto di Modena, abbiamo chiacchierato sull’aereo un anno fa. Ritornavo a San Paolo, dove vivevo con mia moglie che è brasiliana, e tu andavi a Bahia in vacanza, per la prima volta da solo, e dovevi cambiare a San Paolo. Ti sembrerà incredibile, ma solo adesso […]