Saggi

04_ITALIANA_Rimondi_Low

Sagarana, ovvero della Letteratura secondo Julio Monteiro Martins (Rosanna Morace)

    La nostra rivista è uno degli ultimi ponti rimasti intatti su un abisso che sembra stia per inghiottire le pulsioni più generose della nostra civiltà […]. Finché esisteranno ponti come «Sagarana», gli uomini e le donne potranno ancora attraversare la tragedia senza il rischio di scomparire nel buio delle sue crepe. Ed è proprio questo il nostro obbiettivo […]

22007712_1916009418425675_8830269239389339702_n

“Sessualità e disabilità”, liberare l’amore è possibile (Valeria D’Agostino)

LAMEZIA TERME – Un dibattito emerso da circa un decennio in Italia, quello fra sessualità e disabilità, e che ancora oggi, però, risulta poco affrontato, sia in sede accademica, sia nella quotidianità di tutti i giorni piena di tabù e pregiudizi. La sessualità, infatti, se accostata al disabile diviene argomento più complesso forse perché le coscienze risultano assorbite da vecchi […]

donna in giallo

Per una presa di distanze dall’evaporazione razziale in Italia (Candice Whitney, trad. Lorenzo Vanelli)

 Per una presa di distanze dall’evaporazione razziale in Italia: riflessioni su bianchezza, african-americanitudine e privilegio Il titolo di questo articolo è un richiamo a quello di David Theo Goldberg, cioè, “Racial Europeanization”, ma ambirebbe andare oltre il concetto di racial evaporations con la sua insistenza su come il retaggio coloniale delle nazioni europee venga nascosto “sotto il tappeto”, allo scopo […]

55_ITALIANA_Rimondi_Low

Il femminicidio nell’Occidente (Pisana Collodi)

dall’introduzione all’articolo pubblicata in Femminismo Rivoluzionario: Pubblichiamo con estremo piacere un contributo** della psicologa e psicoterapeuta Pisana Collodi, che ha il merito di inquadrare il fenomeno del femminicidio tenendo conto del contesto sociale, economico e politico occidentali, e dei valori da esso riprodotto che, inevitabilmente, finiscono per incidere all’interno delle dinamiche relazionali sin dalla più tenera età, venendo quindi riprodotte […]

de jesus_4

CAROLINA MARIA DE JESÚS E IL PECCATO DI SCRIVERE POESIA

di Anna Fresu Questo secondo contributo sull’opera di Carolina Maria de Jesus offre uno spaccato del suo lavoro poetico. Per approfondire sulla sua produzione narrativa, questa è la prima parte del saggio: http://www.lamacchinasognante.com/dal-ripostiglio-di-san-paolo-il-mondo-delle-favelas-attraverso-la-scrittura-di-carolina-de-jesus/ Será que escrever poesias/ É pecado? Scrivere poesia/ è forse peccato? (“O exilado” in: Carolina Maria de Jesús – Antologia Pessoal, Editora UFRJ, Rio de Janeiro 1996) […]

10

Calabria greca, fra identità in movimento. Diario di viaggio

Dentro di me è chiara sin da subito la consapevolezza di trovarmi in un luogo antico e senza tempo. Una dimensione totalizzante fatta di molteplici sensazioni fra loro contrapposte. Qualcosa che certamente aiuta nel percorso di avvicinamento spirituale ad attraversare la propria personalità. Più vai a Sud più ti riconosci, soprattutto nelle contraddizioni. Cercando di restare ben lontani da retorica, la […]

DSC_0319

Lingue alterNative nell’era della postindianità

  My writing in English is a continuous battle against the rigidity of English, and I revel in the discoveries I make in constructing new ways to circumvent such invasive imperialism upon my tongue. Jeannette Armstrong, okanagan, 1998     In una stanza dalle pareti bianche, un proiettore riflette due immagini: la prima raffigura una donna, immobilizzata da una corda, […]

DSC_0315

Se Giulio Regeni non è più solo Giulio Regeni – di Bartolomeo Bellanova

È il 25 gennaio 2016 quando un ragazzo di ventotto anni e belle speranze accademiche, Giulio Regeni, ricercatore all’Università di Cambridge scompare a Il Cairo. Sta svolgendo nella capitale egiziana una ricerca sui sindacati indipendenti nella realtà scivolosa e difficile di un paese ferreo alleato delle “democrazie occidentali”,  controllato da un rigido apparato militare di sicurezza che distende i suoi […]

Milano_giorgio Di Maio_03

“… è la contraddizione che nol consente”, chapeau ai lasciti di Mario Lunetta (Antonino Contiliano)

  … è la contraddizione che nol consente, Mario Lunetta     Il tempo viaggia in posti diversi con persone diverse. Ti dirò con chi il tempo va all’ambio, con chi al trotto, con chi al galoppo, e con chi sta fermo. William Shakespeare     di Antonino Contiliano     Chapeau ai lasciti del poeta Mario Lunetta. Mario Lunetta […]

18622391_1375042829255006_5030835929790147034_n

Chiedere l’elemosina a Molinella (Jessy Simonini)

Ogni sera, quando torno a casa ed è già buio, uscendo dalla fermata della metropolitana di Pont-Marie, vedo una lunga fila di senza fissa dimora che dormono, chiusi nei loro sacchi a pelo, sotto il portico della Maison des Arts. Sono alcune decine. Qualche giorno fa ho pensato a Valentino Zeichen, alla sua vita da senza fissa dimora a Roma, […]