Interviste e recensioni

Zarinafield2e67755c-4219-4de4-bb61-357f4be2477a_1024x685

La bellezza straziante del coraggio ucraino: Camilla Boemio intervista la scrittrice e giornalista Zarina Zabrisky

Camilla Boemio: La rappresentazione della guerra è un tema ricorrente nel fotogiornalismo, che, per trasmettere la cronaca e le notizie, supera con un fermo immagine il cortocircuito espressivo dell’orrore, che non sempre trova descrizione nelle parole. Purtroppo, spesso la società si ferma a una spettacolarizzazione dell’immagine come se si trattasse di un videogioco o di un film di successo. Come […]

Unknownolha-pilyuhina-art

Quattro scrittori ucraini su letteratura, solidarietà e il futuro della giustizia – dal sito Chytomo

Quattro scrittori ucraini su letteratura, solidarietà e il futuro della giustizia A cura della redazione di Chytomo 7 novembre 2022 “Words and Bullets” è un progetto lanciato dall’editore indipendente ucraino Chytomo e da PEN Ukraine con il sostegno del National Endowment for Democracy (NED). Si tratta di una serie di interviste con autori e giornalisti che si sono arruolati nell’esercito […]

Zarinafoto2-2-1024x766

I generi letterari adatti alla guerra: Scrittori in Ucraina sulla letteratura – Zarina Zabrisky

L’appartamento distrutto della scrittrice  Olga Kryazhich, foto per gentile concessione della stessa pubblicato il 26 ottobre 2022 in The Paris Review CORRISPONDENZA Traduzione italiana di Pina Piccolo dall’originale inglese.   Quando la Russia ha invaso l’Ucraina il 24 febbraio avevo quasi finito una bozza del mio romanzo, così tra la distruzione e la devastazione che sono seguite, continuare il mio […]

copertina_Zebù-2

Zebù bambino: una nota di lettura nordica (a cura di Luigi Balocchi)

In mezzo a la buàscia* di genti che, stringi stringi, vivono a stento, ecco che sento spùssa di zolfo. Il che mi piace assai. Lo zolfo principia dal fuoco. Sul fuoco, noi tutti che di carne ne mangiamo eccome, ci si cuoce in primis la bestia uccisa. Ma ecco che la Bestia, oplalà, d’un colpo risorge. E appare il bel […]

cop d'Abdon_Poesie scelte

Poesie scelte (2010 – 2020) di Raphael d’Abdon – traduzione e cura di Lorenzo Mari (Besa Muci 2022)

Poesie scelte – selected poems nasce dall’importante lavoro di selezione e di traduzione effettuato da Lorenzo Mari sui testi delle tre raccolte poetiche del poeta italo sudafricano Raphael d’Abdon (nato a Udine e vivente dal 2008 in Sudafrica) e sulle poesie più recenti non ancora pubblicate in formato cartaceo, tradotte per la prima volta in volume in Italia, dopo essere […]

Verde Eldorado, il nuovo romanzo di Adrián Bravi: incipit e nota di lettura di Maria Rossi

“Prima che si spenga l’unico occhio che mi è rimasto in vita, quello sinistro, con la palpebra che scende giù da sola, vorrei raccontare le disavventure che anni addietro mi hanno portato sulle rive di un fiume rimasto nascosto negli anfratti del creato. Se non vado errato, la galeotta e il brigantino in cui mi avevano imbarcato sono state le […]

Maica 2303046049_1358738517986425_9104993812572952766_n

Brezze sussurranti: La Biennale di Venezia, 2022. Parte 1: Mura loquaci – Maica Gugolati

  Non ho mai perso una Biennale d’Arte di Venezia in vita mia. Alla mia prima Biennale avevo un anno. Mia madre, artista e professoressa di scultura, ha sempre portato la sua famiglia a questo evento. Crescere a Verona, situata a 120 km da Venezia, ci ha reso relativamente più facile la sua visita. Andare alla biennale in famiglia è […]

Copertina La memoria

La memoria dei senza nome di Luca Ariano il Leggio Libreria Editrice 2021

Come dichiara l’autore nell’intervista a cura di Luigi Cannillo che chiude la raccolta, La memoria dei senza nome nasce dal desiderio di narrare in versi le vite di uomini e donne, poi divenuti personaggi tra realtà e finzione. Questa intenzione è già chiara nell’esergo dell’opera affidata alle seguenti parole di Walter Banjamin:  «È più difficile onorare la memoria dei senza […]

La Linea Gustav COP1

La Linea Gustav di Nino Iacovella (Il Leggio 2019)

Nota per essere la principale linea difensiva tedesca sul fronte dell’Italia meridionale, la linea Gustav (o Winter Line), si estendeva dalla foce del fiume Garigliano, confine naturale tra sud e centro Italia sul versante tirrenico, alla città di Ortona, sull’Adriatico, a circa 25 km a sud di Pescara. Il suo fulcro strategico era rappresentato da Cassino e dalla sua abbazia. […]

٢٠٢٢٠٦٢٧_٠١٠٥٤٤

Gaza, un territorio sotto assedio e le sue molteplici complessità in “Come What May” – Layla Maghribi

Gaza, un territorio sotto assedio e le sue molteplici complessità in “Come What May” – Layla Maghribi Layla Maghribi. Recensione apparsa in The National 18 maggio 2022, traduzione dall’inglese di Pina Piccolo.   La guerra e la sopravvivenza sono state a lungo le principali preoccupazioni di chi vive nella Striscia di Gaza, come è possibile, quindi, svolgere le indagini su un omicidio nel […]