Poesia

imgp4274

“O POETA ENCLAUSURADO” poesie di JOSÉ CRAVEIRINHA parte I (introduzione di Anna Fresu)

  José Craveirinha (Lourenço Marques/Maputo1922-2003), di padre portoghese e madre ronga (la popolazione del sud del Mozambico), considerato uno dei più grandi poeti di lingua portoghese, ha contribuito con la sua poesia alla costruzione dell’identità nazionale. In Italia è stato tradotto per la prima volta da Joyce Lussu nell’antologia poetica “Cantico a un Dio di catrame”, Lerici, Roma, 1966 e […]

15676064_389910351348231_5914928274495064107_o

ATTRAverso l’Italia, poesie dal carcere (a cura di Griselda Doka)

ATTRAverso l’Italia   Poesia come riscatto, poesia come consolazione, poesia come sfogo dell’anima, poesia come dialogo prima di tutto con il proprio essere, poesia come semplice segnale di esistenza… Tutto ciò appare con evidente vitalità nei versi qui proposti. Si tratta di alcuni componimenti (quelli ritenuti meritevoli) che hanno partecipato alla terza edizione del Concorso Letterario Internazionale di Poesia della […]

graficadef-1

L’ultima stirpe dei rifugiati (Ashraf Fayadh, a cura di Sana Darghmouni)

    Provochi al mondo l’indigestione .. e altri problemi! Non costringer la terra al vomito… E stalle vicino…molto vicino. Una rottura che non può esser sanata né aggiunta ad altri numeri perché generi un po’ di imbarazzo nelle statistiche internazionali. L’asilo: è star in piedi in fondo alla fila… Per ottenere un tozzo di patria. Star in piedi: è […]

15780663_10154686746506259_4381484812772976227_n

“Due farfalle che entrano piano nella fiamma” – poesie inedite di Fawzi Karim (trad. di Fawzi Al Delmi)

  Adorazione   Oggi ha piovuto tutto il giorno, non ha smesso un solo attimo i contorni di questa città svanivano ai miei occhi ma le case a me vicine sembravano, alla mente, non alla vista specchi incrinati dove si intravedevano volti di pietra che parevano parlare. Vedo un rivolo sul marciapiede che raccoglie quel che i rami degli alberi […]

tahrir-cover

“The Tahrir of Poems” – Sette poeti egiziani contemporanei” Prima parte (curato e tradotto da Maged Zaher)

  Introduzione (a cura di Maged Zaher)   La poesia qui contenuta è opera di scrittori tra i 25 e i 33 anni di età. Questo lavoro è stato scritto dopo che la maggior parte delle guerre estetiche/generazionali erano state risolte o erano divenute irrilevanti Per molti versi questi poeti hanno e non hanno antenati e lo riconoscono. Non per […]

15109572_10209023908768484_2566826606282789081_n

“La capitale” di Ghayath Almadhoun ( a cura di Pina Piccolo)

La capitale   -Qual è la capitale della Repubblica Democratica del Congo? -Antwerp   In questa città che si nutre di diamanti Il filo spinato cresce nei versi dei poeti Gli appuntamenti muoiono nel calendario Le mie mani smettono di toccare le tue labbra I poliziotti non ridono più Un taxi il cui autista è stato ucciso dalla pallottola di […]

15171067_10209059802425803_7380394997677571003_n

Plaquette di poesia poeti costaricani contemporanei a cura dell’Associazione Culturale Progetto 7Lune

L’Associazione Culturale Progetto 7LUNE, con sede a Venezia, si occupa della diffusione della cultura ispanoamericana contemporanea in Italia. Lo fa attraverso mostre, conferenze, festival ed eventi gratuiti ma anche attraverso la pubblicazione mensile di plaquettes di poesia offerte in lingua originale e in traduzione di Silvia Favaretto, scaricabili gratuitamente dal sito (www.progetto7lune.it) eventualmente anche in formato audio-podcast o video. Dal […]

15776696_1628525407449073_3948349341360364972_o

da “Parodie del buio” (Walter Valeri)

EPM (esperienze premortali)   I Conforta, aiuta come una trota al torrente nel passaggio sul limo     il corpo che trema nel guizzo additandoti fra i riflessi e lo spruzzo dei piedi   rimasti indietro a scivolare mentre scrivi salivando le parole   in punto di morte.     II La mano che non risponde pensa al suicidio l’anticipa […]

15625939_389919588013974_5261794511137946036_o

“Vigilia” e “In treno”, poesie di Julio Monteiro Martins

VIGILIA Una domanda scomoda. Avrei preferito non farla e voi non ascoltarla: come mai due o tre giorni prima della loro morte abbandoniamo quelli che amiamo, mentre ci viene una irrefrenabile vitalità prima del crollo?   A cosa corrisponde quest’inaudita, bizzarra felicità?   Se è vero che l’intuizione avrà già colto la vicinanza della morte, allora come mai produce solo […]

15697383_10209378258347002_3275705442077240937_n

La mattina mi sbuccio la tristezza di dosso e la stendo ad asciugare – 5 poesie di Fatimah Asghar (trad. a cura di P. Piccolo)

Cara Phillis Wheatley* In imitazione di “An Hymn in the Evening”   Un tempo dividevo tramonti con un ragazzo, sui tetti. Era un nostro gioco, a chi trovava il più bello, quello più esaltante salivamo dalle scale d’emergenza. Non possedevamo niente, davvero. Qualche libro, dei vestiti, forse. La birra la compravamo, la più economica del negozio.   Perfino il materasso […]