Poesia

50ridotto

Non dirmi di tutti i tuoi bambini fantasmi – Poesie per la Siria, di Valentina Meloni

Supplica   dirò quello che mi hanno fatto lo dirò a Dio – quando lo vedrò – lo so che gli sto andando incontro e allora lui saprà che la mia casa è crollata sotto il peso delle bombe che mia sorella è morta prigioniera che mia madre ha pianto tutte le lacrime del mondo che mio padre ha giurato […]

Picun reading1568115394853-1080x570

Poesie di Li Ruo e Xiao Hai del Gruppo letterario di Picun (a cura di Federico Picerni)

Per inquadrare meglio l’importanza del gruppo letterario di Picun, ascoltare l’intervista a Federico Picerni all’interno del programma radiofonico Il cielo sopra Pechino a cura di Marco Magnano.   LI RUO 脱光了,睡你   床,你幸苦了 今天休息 赖了你一天 一直睡到头昏脑胀 四肢无力   床,谢谢你 不管我得意失意 你总是 毫无怨言的 在背后默默地支持我 从不冷眼 从不势利 不管我是胖是瘦 从不嫌弃   床,你是我的自知己 你懂我无助的叹息 你抚慰我暗夜的哭泣   床,不知道你爱不爱我 我一如既往的爱着你 不管愿不愿意 今夜 我要脱光了 睡你     svestita, […]

AFGriot179526690_2813273515359439_1567940797100195840_n

Presentazioni di Epicrisi e tre brevi poesie dalla raccolta (a cura di Sana Darghmouni)

Nota di redazione: In  seguito alle ulteriori sevizie inflitte al poeta attualmente detenuto in Arabia Saudita e alla minaccia di un allungamento del periodo di detenzione,  i sostenitori dell’artista hanno lanciato iniziative per mantenerne alto il profilo e chiedere la sua immediata scarcerazione.  Vi preghiamo di firmare il nuovo appello  lanciato da Riccardo Bella nei giorni scorsi nel sito di […]

a luna cyber

“Nel profondo sognavo mute parole altrui”, poesie di Nenad Šaponja tradotte da Mia Lecomte e Anastasija Gjurcinova

Nenad Šaponja   dalla raccolta SLATKA SMRT (Dolce morte)   traduzione di Mia Lecomte e Anastasija Gjurcinova     Siamo dove siamo   Nel profondo sognavo mute parole altrui. Emersi dalla lacrima. Affiorai dall’assenza. Dimorai nella penuria, nell’universale mancanza del mondo, nella falsa solidità del corpo.   Spogliai la pelle in cui non stavo.     Il sogno da cui […]

Caravaggio1200px-Conversion_on_the_Way_to_Damascus-Caravaggio_(c.1600-1)

“La giacca di Vermeer” e altre poesie pittoriche di Helen Wickes, traduzione di Marina Romani

Per  le tre poesie in lingua originale inglese, vedere articolo in The Dreaming Machine n. 4 La giacca di Vermeer Non sarebbe meraviglioso rannicchiarsi dentro quell’oro seducente? Avvolgersi nella veste frusciante e vellutata di charmeuse, decorata con un manicotto d’ermellino, abbellita con denti minuti e artigli luccicanti. Quella donna sulla tela, potremmo definirla il pretesto di Vermeer per un’immersione nel […]

afrowomenpoetry

Afro Women Poetry si ferma in Uganda! a cura di Antonella Sinopoli

  Carolyne Afroetry Ipersessualizzazione della donna africana Feticizzata; quanto valgo è misurato in taglie del reggiseno e del culo . L’integrità è compromessa e accantonata. Parti del corpo identificate, controllate e sessualizzate. Dicono “è l’ondeggiare del mio bel didietro africano, la goffaggine del mio seno, lo spessore delle mie labbra e l’arco della mia schiena”. Oggettivata dai media, la mia […]

marketmorocco20191103_220438-e1575040096707-1140x570

“Ora la mia voce smarrita attira i lupi”, poesie di Mohamed Chouchane, trad. Sana Darghmouni.

  Infanzia   Padre… Sono la tua bambina cresciuta, tra il tuo prendermi per mano e le tue caramelle, e ora la mia voce smarrita attira i lupi e i vili del rione. Padre… Sono cresciuta E non sono più la sorella minore di mia madre e non credo più al gioco del nascondino nella lunga notte invernale né che […]

Muro

POESIA DALL’URUGUAY: CLAUDIA MAGLIANO E IL CUORE DELLE PRUGNE (a cura di Lucia Cupertino)

 Da El corazón de la ciruela, Ático y Civiles iletrados, Montevideo, 2017 selezione e traduzione inedita all’italiano di Lucia Cupertino 1. Tu non credevi in dio, è ancora vero? non credevi che qualcosa – lassù – ci guidasse. Ciò nonostante un giorno andammo in chiesa, ma ci stancò il sermone del prete ci stancò quella lunga enumerazione di cose buone […]

Prima foto articolo

Selezione di inediti di Felicia Buonomo “Le mie colpe ragionevoli” a cura di Bartolomeo Bellanova

  Sono una giornalista e nel mio nome c’è una promessa, che mi insemina la colpa. Gli italiani sono andati a votare. Ho fatto una diretta televisiva. Penso al modo in cui rincorro le persone per intervistarle. Come se fossero davvero qualcuno, e non un ammasso di parole semanticamente ordinate secondo l’alfabeto della mia indifferenza emotiva. Sfrutto le loro storie […]

Tortugas

IL MONDO COME UN DADO: LAS ENCANTADAS DI DANIEL SAMOILOVICH

“I primi scopritori spagnoli chiamarono Encantadas le Galapagos, un arcipelago di origine vulcanica perso nell’Oceano Pacifico a 1000 chilometri dalle coste dell’Ecuador: un luogo ai confini del mondo che non sembrava appartenere a nessuna geografia se non alla propria, incomparabile. Si dice che quelle isole fossero apparse loro avvolte, in lontananza, in uno sfarfallio nebuloso: così da far dubitare della […]