Poesia

IMG_20180426_143734

Sulle ali di giovani poeti bengalesi. Parte II, a cura di Aritra Sanyal, traduzioni dall’inglese di Pina Piccolo

Sanghamitra Halder   Luce – Tenebre   Mi sento di dire, cresci cresci ancora, oltrepassa questa spalla come insetto insignificante che va oltre   Vedo l’insetto camminare proprio così Innocente come se nessuno sia mai stato segnato presente su questa terra come se questa terra iniziasse solo ora la sua gravidanza   Mi scopro tra le ciglia di quel desiderio […]

12

CUCITURE – Dalla Colombia dei fili sciolti, poesie di Angélica Hoyos Guzmán, trad. Lucia Cupertino

    CUCITURE – Dalla Colombia dei fili sciolti, poesie di Angélica Hoyos Guzmán Tre poesie di Angélica Hoyos Guzmán Traduzione di Lucia Cupertino       Da Hilos Sueltos (Fili sciolti), Ediciones Torremozas, Madrid, 2014   PANORAMICA   Uno è come quei fiori gialli che crescono inospitali tra terrazze e strade ma che nessuno si ferma a guardare. Tutti […]

23561812_1707021629370147_2435618409172245481_n-618x570

Antipreghiera, selezione poetica di Juan Manuel Roca, traduzione e selezione a cura di Stefano Strazzabosco

POETICA   Dopo aver scritto sulla carta la parola coyote Occorre stare attenti che quel vocabolo carnivoro Non s’impossessi della pagina, Che non riesca a nascondersi Dietro alla parola iacaranda Per aspettare che passi la parola lepre, e straziarla. Per evitarlo, Per dar voci d’allarme Nel momento in cui il coyote Prepara furtivo la sua imboscata, Certi vecchi maestri Che […]

13-1140x570

La tempesta si fiuta da lontano, poesie edite ed inedite di Anna Lombardo

Questa Poesia   Questa poesia è per chi non si è spenta nelle squadrature di case, nei sentieri di ragnatele   Per chi non è più tornata e per chi dal fondo degli oceani non offre lacrima o dolore agli accesi schermi attraccati alle pupille   Questi stanchi versi sono per chi è allegra con un rosso vivo di mare […]

DSCN0466

“Anche il formicaio della lingua”, selezione di poesie da”Il peso di pianura” di Nadia Agustoni

Da Parte I “Cosa vuoi che dica la polvere”   mare nostrum fermenterà il dolore la notte avrà ovili e montagna e oltre la corsa dei cani viaggeremo la terra nel sonno midollo di paesi un mietere fumi. distanza sarà più feriale, nel segreto di sete anche il formicaio della lingua e alte alghe nel mare: in abito e voce […]

ashraf-color

“Il tempo sta peggiorando” – Poesia dal carcere, di Ashraf Fayadh

  Il tempo sta peggiorando e mi assale un malessere generale. Cosa mi succede esattamente?! E perché non smettono mai tutti questi uragani?! Niente ha un colore qui, neppure un gusto … ma molti odori orribili. La mancanza di respiro… è la situazione regnante, il silenzio, mia unica scelta. Il mio petto è un vortice inesauribile di dolore. Non so […]

IMG_7761

(da) NOSTALGIA DEL PRESENTE di Walter Valeri I.C.O.N disegni di Gilda Sancisi

  I Scende la morte ogni notte sulle  mie labbra beve il latte dei baci non dati.   II S’ingolfa d’acqua nell’ala del buio affoga nelle guance  alla finestra la bracciata dove per sempre sprofonda  e chiudono le luci.   III Che ore sono?  è l’ora che segna  d’orrore le stelle se già tace l’allodola nell’impaglio del giorno ma non […]

IMG_7768-L

PORCI, poesia inedita di Antonino Contiliano

  PORCI : vivere come porci porci con le ali lì… boccate di possibilità   e respiro del futuro giocatore d’azzardo l’eternità nel tempo   il fulmine dell’istante che decide l’estasi la fuga da standby   il debito è pastore e vagina freddo cenere una vita presto in usura   brilla l’arsura del desiderio e baleno ficcalo scintillante cazzo ai […]

IMG_5372-L

Selezione da “Il sarto di San Valentino” (Edizioni Ensemble 2018) di Iuri Lombardi – a cura di Bartolomeo Bellanova

  Il corpo dell’apostata   Non ho fatto in tempo a baciarti la fronte   Non ho fatto in tempo a baciarti la fronte, te ne sei andato, figura persa nel pomeriggio già bruno sul presto, vagabondo nella spirale amena nello zampillo, nello sgombro dell’ombra, di palazzi nuovi di cemento. Non ti lasciare ti prego nel niente; la città qui […]

IMG_5846

“Un selfie coi denti insanguinati” poesie di Paolo Gera

Paolo Gera “L’ora prima” (Edizioni Rossopietra, Modena 2017)   si trasforma in lupo per avere contatti e cadere ululante nella rete visualizzato un milione di volte ha mangiato carne umana a più riprese a chi lo riprendeva ha mostrato il lato fotogenico un selfie coi denti insanguinati ora i commenti si dividono come l’acqua del mar Rosso se debba astenersi […]