La macchina sognante num. 9

Raccolta “La macchina sognante” – numero 9

Barracas

TEATRO COMUNITARIO: LA STRADA É IL PALCOSCENICO (Anna Fresu)

TEATRO COMUNITARIO I – Anna Fresu Che cos’è Il Teatro Comunitario parte dalla premessa che l’arte, come la salute, l’educazione, l’alimentazione è un diritto di tutti e per questo la comunità deve assumerlo come tale e non delegarlo ad altri. Nasce come necessità di un gruppo di persone della stesso quartiere, della stessa comunità, di riunirsi e comunicare attraverso il […]

DSC_2305

Nereggiare pallido e assorto … (Reginaldo Cerolini)

  Correva l’anno 2016 quando, mi sono dato un compito: osservare l’immaginario del nero in Italia. Per farlo ho usato gli unici punti di riferimento mediatico, che ho qui a Como dove risiedo da poco più di un anno: L’Espresso, Il Corriere della Sera, La Gazzetta dello Sport, Il Corriere di Como, La Provincia, la radio, qualche libro etc. . […]

CIMG6609

LE PENTOLE STRILLANO NELLE PIAZZE: HONDURAS, TRA REPRESSIONE E RESISTENZA (Francesca Gargallo Celentani, trad. di Lucia Cupertino)

  Honduras: una resistenza che rivela i limiti della repressione di Francesca Gargallo Celentani, traduzione italiana di Lucia Cupertino La mattina del 30 novembre 2017, la poetessa onduregna Melissa Cardoza, femminista radicale e attivista del movimento indigeno, nero e contadino del suo paese, mi dice: “Stamattina hanno dato fuoco alla Casa-Museo del Hombre, luogo emblematico della vita culturale di Tegucigalpa. […]

DSC_2284

Nella Nobili, riscoperta di una poeta di frontiera (Jessy Simonini)

Da poco meno di due mesi, un’edizione di Poèmes di Nella Nobili trova spazio sugli scaffali delle librerie francesi. È un nome che pochi conoscono, quello di Nella Nobili. Il nome di una poetessa che, del resto, difficilmente trova spazio nel canone novecentesco italiano, da cui, come tante altre donne, è tagliata fuori. Nata a Bologna nel 1926, Nella si trasferisce […]

DSC_2251

Scrittura femminile migrante – Maria Teresa Coraci

La riflessione sul rapporto inscindibile tra le donne e la narrazione scritta parte da quel punto esatto in cui la soggettività femminile sembra attingere dalla parola scritta risorse individuali e sociali di riscatto, di costruzione d’identità e ribaltamento di ruoli e stereotipi di genere. Osservare il fenomeno della scrittura da un’angolazione che è quella della “scrittura al femminile” ci conduce […]

IMG_0482

VIVERE MOLTEPLICI IDENTITÀ (MeticciaMente)

  Nel momento in cui vi scrivo mi trovo a circa 5.000 chilometri di distanza, in un luogo che per molto tempo ha rappresentato per me una meta spaventosa e ambita allo stesso tempo, una presenza quasi immaginaria e constante che ha accompagnato la mia esistenza per oltre trent’anni di vita e verso la quale, un giorno di tre anni […]

DSC_2267

Post-frontera. Transizione: l’inglese (Ilka Oliva Corado, trad. di Maria Rossi)

Post-Frontera Ilka Oliva Corado XXXV. Transizione: l’inglese (IV) Passarono cinque anni dal mio arrivo negli Stati Uniti prima che mi decidessi a imparare l’inglese, ricordo perfettamente la sera in cui, uscendo dal lavoro, presi il cellulare e cancellai il mio messaggio in segreteria in spagnolo registrandolo nuovamente in inglese. Quello fu il primo passo. In quel periodo ero costretta a […]

CIMG0686

La moto di Pio e Koudous, riflessioni sul mondo di A Ciambra (Pina Piccolo)

Sono appena tornata a casa dalla visione di A Ciambra: visione nel senso “visionario” della parola, con ancora nelle orecchie il chiacchiericcio sulla sua umanità proveniente da alcuni spettatori attempati seduti dietro di me e quello dei ragazzi seduti nella mia fila che durante l’intervallo si interrogavano su dove fosse posizionata la cinepresa e se alcune scene fossero state riprese […]

DSC_2270

Verme, incipit (Gilda Manso, trad. di Marcella Solinas)

Verme Gilda Manso Traduzione di Marcella Solinas Volume di prossima pubblicazione, collana Gli Eccentrici, Edizioni Arcoiris   Cosa pesa di più: il fattore biologico o quello acquisito? Nella formazione della personalità, traccia esterna del nostro universo interiore, chi si prende la fetta più grossa? Quello che siamo da sempre, o quello che impariamo a essere? Nel caso di Gastón verrebbe […]

DSC_2271

Bagliori estremi. Microfinzioni argentine contemporanee (a cura di Maria Rossi)

Bagliori estremi. Microfinzioni argentine contemporanee Traduzione e cura di Anna Boccuti Collana Gli Eccentrici, Edizioni Arcoiris, 2012 Fabián Vique Il dubbio Io uscivo da casa tua verso le due del pomeriggio? Perché ero venuto a casa tua? Era casa tua? Noi due avevamo una relazione? Andavo verso casa mia o da un’altra parte? Perché mi faceva male lo stomaco? Quel […]