La macchina sognante num. 21

Raccolta “La macchina sognante” – numero 21

RUSHDAR

Sull’identità palestinese: una conversazione con Salman Rushdie – di Edward Said (trad. di Giorgio Canarutto)

Sull’identità palestinese: una conversazione con Salman Rushdie, di Edward Said[1]   Salman Rushdie: Lo scopo di questa serata è parlare del nuovo libro di Edward Said, After the Last Sky.[2] Prima vorrei presentarvi brevemente Edward—anche se, giudicando dal numero di persone che sono venute e non riescono ad entrare, sembrerebbe non essere necessario. Per quelli di noi che considerano il conflitto […]

٢٠٢٢٠٨١٤_٢٠٢٠٣٨

Le mie metafore, immagini e metonimie a letto addormentate: Riflessioni sul grottesco nelle poesie di Najwan Darwish – Pina Piccolo e Sana Darghmouni

Ascoltare qualche mese fa dal vivo la poesia di Najwan Darwish, dalla raccolta Più nulla da perdere (Il Ponte del sale, 2021), recitata in lingua originale dall’autore e nella efficace, dinamica traduzione italiana dal traduttore Simone Sibilio è stata una esperienza di grande intensità sia dal punto di vista intellettuale che da quello emotivo. È stato anche uno stimolo a […]

٢٠٢٢٠٨١٤_٢٠١٥٠٥

“Come What May” anteprima del primo capitolo – Ahmed Masoud

Capitolo 1   “Ma a chi mai potrebbe importare? Ancora un altro morto, e allora?” “Importa a me. È . . . era mio marito.” Mi fissò come se si trovasse davanti una pazza, una donna indifesa che implorava un funzionario di crederle: un caso umano. Tuttavia lo sguardo dell’uomo era difficile da decifrare. Provava empatia? Disgusto? O semplicemente noia? Nonostante fuori soffiasse un vento gelido, la sua pelle […]

٢٠٢٢٠٦٢٧_٠١٠٥٤٤

Gaza, un territorio sotto assedio e le sue molteplici complessità in “Come What May” – Layla Maghribi

Gaza, un territorio sotto assedio e le sue molteplici complessità in “Come What May” – Layla Maghribi Layla Maghribi. Recensione apparsa in The National 18 maggio 2022, traduzione dall’inglese di Pina Piccolo.   La guerra e la sopravvivenza sono state a lungo le principali preoccupazioni di chi vive nella Striscia di Gaza, come è possibile, quindi, svolgere le indagini su un omicidio nel […]

AP_22133144897717-1300x500Shireen

Perché Israele ha giustiziato Shireen Abu Akleh? – Steven Salaita

Subito dopo che i soldati israeliani hanno giustiziato la giornalista di Al-Jazeera Shireen Abu-Akleh e sparato su un gruppo di suoi colleghi, molti hanno iniziato a interrogarsi sulle motivazioni dietro a un atto tanto terribile. Perché Israele aveva deciso di uccidere una giornalista acclamata in tutto il mondo arabo? Una non combattente che aveva addosso il distintivo appropriato che la […]

Pal74534328_2630794823650362_4211084596139261952_o

Vittima n. 18 – Mahmoud Darwish, trad. Angelo Cafagno

  Vittima n. 18 Una volta, l’uliveto era verde Lo era! E il cielo era una foresta azzurra. Lo era, mio amore. E quella notte, cosa è cambiato? Hanno fermato il camion all’angolo della strada. Erano così calmi. E svoltato ad est. Erano così calmi. Una volta, il mio cuore era un canarino blu… Il nido del mio amore! Lo […]

TaghriddeODzNJW

I bambini vedono buchi e notano le prigioni? (a cura di Sana Darghmouni)

Non ero sicura che i bambini prestassero attenzione ai vicoli del campo profughi, sapevo che li vedevano, ma forse non a tal punto di leggere una storia al riguardo. Le storie che essi cercavano erano diverse, come se fossero alla ricerca di un altro luogo, quindi ho posto loro la domanda durante la mia ultima lezione di arte, nel momento […]

Wesam Almadani Friby forfatterWesam Almadani Friby forfatter

Ecco come la guerra mi ha lasciato in vita – Intervista di Le Ortique alla scrittrice palestinese Wesam Almadani

di Valentina Di Cesare e Viviana Fiorentino, ripreso dal sito Le Ortique, che pubblica l’intervista in italiano e inglese.   Latitudini/Latitudes Wesam Almadani è una scrittrice palestinese, originaria di Giaffa, ma cresciuta tra il Sudan, l’Egitto e Gaza. Attualmente, vive in Norvegia. Almadani ha pubblicato due libri in inglese e arabo: il romanzo The body’s schizophrenia (Arab institute for research & publishing, 2020) […]

download (2)

Nakba – Poesia di Sheikha Hlewa (ripresa da The Baffler)

Nakba   Mia madre ha tre anni meno della Nakba. E lei non crede nelle grandi potenze. Due volte al giorno fa scendere Dio dal suo trono e poi si riconcilia con lui con la mediazione delle migliori recitazioni coraniche registrate. E non sopporta le donne remissive. mai in vita sua ha menzionato la Nakba. Se la Nakba fosse stata […]

Maroccoevent206868600_4296532437033532_5798364463570883998_n

Poesia contemporanea dal Marocco e dalla Palestina: Firenze 12 e 23 luglio

      Nell’ambito della Scuola Popolare, iniziativa lanciata lo scorso anno da Villa Romana e alla quale La Macchina Sognante è stata invitata di nuovo a partecipare, il contenitore propone due iniziative una concentrata sulla poesia contemporanea in Marocco, con un focus speciale su Hassan Najmi e Abdellatif Laabi,  presentata da Sana Darghmouni e  Carolina Paolicchi della casa editrice […]