La macchina sognante

Raccolta “La macchina sognante”

20. Camera con Vista, Gianni Leone

“Nerezza” e altre poesie inedite di Rahma Nur, con nota dell’autrice

Mi vedi?   Vedi non sono queste quattro ruote in una sfavillante carrozzina blu cromato non sono nemmeno quella che ogni tanto si alza barcollando nelle sue gambotte non sono quella dalla pelle liscia e senza rughe (che non vedi ma ci sono) dalla pelle colorata, “oh come vorrei averla anche io!” Quello che vedi è un corpo: nero, zoppo, […]

download (4)muralmilwakee

SEVEN… OR SHOTGUN!, di Reginaldo Cerolini

  SEVEN… OR SHOTGUN!   Did I see a shot (or shots)!?   Perhaps a bell hitting the sky like slaps Or a starving siren of cities   Did I see a shot (or shots)!?   Words such as downfall or the same cop’s bloodspill drop by drop   Did I see a shot (or shots)!?   No more dreams, […]

PORTADA LIBRO XTÁ RÍDÀ-GENTE PIEL_ridimensionata

I VERMI DELLA MEMORIA: POESIA INDIGENA E LAVORO COMUNITARIO IN MESSICO, CON ALCUNE POESIE DI HUBERT MATIÚWÀA

Nel 2010 è nato presso La Montaña (Guerrero, Messico) il seminario Jùmà mè’phàà, promosso da un collettivo di giovani interessati alla sistematizzazione della memoria orale, che ha avuto come obiettivo principale la mappatura dell’oralità a partire da elementi filosofici della lingua mè’phàà. A livello comunitario, il seminario ha formato gruppi di riflessione all’interno delle comunità di questa regione messicana e […]

22. Balena_Lino Sivilli (93) dal prog originale di Pascali del 66

LA PACE AMNIOTICA DELL’ACQUA: POESIE DI DENNIS ÁVILA VARGAS

Tre poesie di Dennis Ávila Vargas traduzione di Lucia Cupertino   1. Ci sono due uccelli sul soffitto di casa mia. Fra loro e la mia angoscia brilla un lucernario. Li sento dimenarsi in cerca di finestre che non esistono. Apro un’anta e infilo la testa. Non sono due corvi né mi caveranno gli occhi. Dispongo un sentiero di pangrattato […]

6. Premio Pino Pascali, Fabrizio Plessi, 2014_ph Michele Roppo

OFELIA E GLI SBIRRI RAFFAELLITI – POESIE DI JONATHAN RIZZO

ANCORA ESSERE UMANO La fila scorre lentamente il mutismo serpeggia tra le gente pezzi di legno in fiamme le vetrine spente, la polizia ovunque, i tossici con la mano questuante vuota fra l’umanità latente. Il cielo plumbeo quasi cadente. Nelle case televisioni accese accarezzano menti lente. Le strade grigio asfalto desolante. L’ultimo uomo morente ruba l’istante, fermo immagine, brindisi lacrimevole […]

IMG_0385

Yzur, di Leopoldo Lugones

  LE FORZE MISTERIOSE  di Leopoldo Lugones Traduzione di Francesco Verde Edizioni Lindau, 2017 «Il primo scrittore argentino a coltivare il genere fantastico fu, credo, Leopoldo Lugones con Las fuerzas extrañas… Un gran libro… La Antología de la literatura fantástica, curata da me, Silvina Ocampo e Bioy Casares, ne contiene il racconto “Los caballos de Abdera”, la cui fonte d’ispirazione è […]

Adobe_Post_20200517_1452540.6069497825514333

I molteplici volti di Chandra Livia Candiani – Eleonora Negrisoli

Chandra Livia Candiani: sessantotto anni e una voce di bambina, anche se “la mia voce è un atto d’accusa”, dice lei. Un corpo esile, eppure una presenza così potente, intorno a lei un’aura vasta e un po’ magica: Vivian Lamarque la chiama “folletto”, oppure “Piccolo Principe”. Della vita di questa poetessa schiva non si sa troppo, ma quel che si […]

RIUNIRE LE VOCI DEL MONDO CONFINATO (Qualche riflessione sulla traduzione di Prisca Agustoni)

Brasile, agosto 2020   Il mio percorso nelle lingue e con la traduzione ha sempre avuto ai miei occhi come marchio distintivo l’eterogeneità e la pluralità. Pluralità di lingue di formazione, innanzitutto, visto che sono nata e cresciuta in un contesto culturale multilingue – la Svizzera – all’interno di una famiglia dove, come spesso avviene in Italia, si parlavano due […]

DSC_4511

Come se non fosse passato di Remah Boubou (a cura di Sana Darghmouni)

Come una donna ubriaca di canzoni di miele ondeggia la sera La città del dopoguerra sbadiglia lancia il suo miagolio senza timidezza dalle macerie più vicine. Getto sulla spalla la mia tristezza Ed esco verso la poesia. Stese sul filo storie bagnate E sul balcone del vicino, sangue congelato Sono sicura che il sole è una spia nascosta che non […]

hdrhdr

Poesie inedite di Fadiola Golloberda

ECCO COSA DIVENTERESTI Ecco cosa diventeresti una foglia gialla di un autunno all’avvenire se ti dicessi di non vedere più i miei occhi verdi cerulei. Scenderesti come una stella abbracciando l’aria riusciresti a incrociare il mio sguardo come una formica gira intorno alla Terra. Ecco cosa diventeresti sabbia per il mare Io sale per il tuo corpo l’Universo si sposta […]