home page

In primo piano in La macchina sognante num. 20

rulfo foto 2

MA NON LI SENTI I CANI ABBAIARE? Tratto da La pianura in fiamme di Juan Rulfo – a cura di Matteo Rimondini Andrés Ríos

Juan Rulfo nasce nel 1918 a Sayula in Messico, e, anche se pubblica solo due opere letterarie, En Llano en llamas (1953) e Pedro Páramo (1955), il suo unico romanzo, è considerato uno degli autori più rappresentativi del suo paese. Scrittore non di professione, si alterna infatti fra mansioni di funzionario e di rappresentante di pneumatici ma fonda diverse riviste […]

Finestra pietra edera LMS 20 per copertina

Purché ci resti Itaca: nelle radici una speranza per dopodomani. La voce di Consolo – Ada Bellanova

Ripensare i luoghi in forma di idillio. Il dramma di Ulisse e di Ifigenia.   (SECONDA PARTE – PRECEDENTE SUL NUM: 19) Senza la letteratura Itaca sarebbe semplicemente una piccola isola greca nel Mediterraneo. Invece Omero, la tradizione, le invenzioni letterarie l’hanno resa il luogo per eccellenza delle radici e della memoria, la patria ritrovata dopo un lungo viaggio: l’hanno trasformata […]

In primo piano in Poesia

My Post

Nina Cassian – giocare alla genesi, che spasso – di Eleonora Negrisoli

Per gentile concessione di Muridiversibo dove l’articolo è stato pubblicato il primo ottobre 2020.  Nina – al secolo Renée Annie – Cassian nasce nel 1924 a Galati, in Romania. Illustratrice, pianista, e poeta dalle <<grandi, insolite virtù>>; onirica e ironica, innamorata e infuriata, la poesia di Nina sembra incarnarsi nel suo volto di Morgana – <<Mi è toccato questo volto strano, triangolare, / questo pan di zucchero o questa / […]

In primo piano in Narrativa

rulfo foto 2

MA NON LI SENTI I CANI ABBAIARE? Tratto da La pianura in fiamme di Juan Rulfo – a cura di Matteo Rimondini Andrés Ríos

Juan Rulfo nasce nel 1918 a Sayula in Messico, e, anche se pubblica solo due opere letterarie, En Llano en llamas (1953) e Pedro Páramo (1955), il suo unico romanzo, è considerato uno degli autori più rappresentativi del suo paese. Scrittore non di professione, si alterna infatti fra mansioni di funzionario e di rappresentante di pneumatici ma fonda diverse riviste […]

63c178846b25dc2d3a4874e90b577a06.0

RACCONTO DI NATALE – di John Jairo Junieles (trad. Lucia Cupertino)

LE MIE MIGLIORI PREGHIERE John Jairo Junieles traduzione di Lucia Cupertino   Vedo la piccola casa di zia Cenelia, illuminata dalle luci natalizie e subito il ricordo va a quei circhi dei quartieri poveri, con le loro tende rattoppate e lampadine colorate, montati nei parchi, con la voglia di non andarsene mai; finchè un giorno sono costretti a sloggiare e […]

Senza titolo-1 bassa

ALLE BESTIE! – Romanzo di Francesca Sarah Toich, capitoli 3 e 4

  Riassunto delle puntate precedenti (Qui potete trovare i capitoli  1 e 2 e notizie sull’autrice, pubblicati ne La Macchina Sognante n. 19)   Durante una visita ginecologica Maya, giovane studentessa di letteratura classica, scopre di essere incinta di un rinoceronte bianco. Viene subito inviata a Coronide, una clinica specializzata in parti difficili dove incontra Clemente, il medico che seguirà la […]

#AMAZONAS2 BASSA

Yun yun (selezione), di Karlina Veras

Yun yun (granite contro il calore) Karlina Veras traduzione e cura di Barbara Stizzoli Introduzione di Reynolds Andújar Edizioni Arcoiris 2020 Yun yun (granite contro il calore) è un libro che produce il desiderio di possederlo, portarlo in tasca, perché dà la sensazione di freschezza, ma la bellezza di questo libro di Karlina Veras non si limita all’aspetto estetico. In apertura […]

In primo piano in Interviste e recensioni

oggetti

Poesia e nomenclature: “I nomi delle cose” di Giancarlo Baroni, recensito da Pina Piccolo

  L’ultima raccolta di versi di Giancarlo Baroni “I nomi delle cose” (Puntoacapo, 2020) si assume il difficilissimo compito di scandagliare e conferire unità poetica a una mansione che miti e religioni in molte parti del mondo hanno assegnato nei millenni all’essere umano: quella di dare il nome alle cose e agli altri esseri viventi. In tutto il Novecento, con […]

EfXga2eWkAEEljHtwitterpeopeldk

Ladri di denti – Storie di razzismo quotidiano e resistenze: Candice Whitney recensisce la raccolta di Djarah Kan

In Italia, le conversazioni sulla razza sono lasciate al passato in virtù della loro connotazione negativa e dell’automatismo del collegamento al  fascismo e al colonialismo, elementi  che contribuiscono all” evaporazione razziale ” nel linguaggio contemporaneo. Tuttavia razza, razzismo e silenziamenti continuano ad esistere tutt’oggi, sia a livello macro che micro. La razzializzazione e il razzismo strutturale rispetto  ai corpi considerati ‘Altri”, descritti […]

Cresce-dentro-di-me-

“Un poeta messo al bando nel cuore dell’Europa”. Una nuova raccolta di versi di Gëzim Hajdari – di Fulvio Pezzarossa

Articolo in parte ripreso da quello pubblicato il 20 aprile 2020 su Insula europea    http://www.insulaeuropea.eu/2020/04/20/morire-in-altra-lingua-nuovi-versi-dallesilio-di-gezim-hajdari-di-fulvio-pezzarossa/   Considerato da anni il maggiore esponente della produzione di testi poetici tra le figure uscite dalla migrazione, Gëzim Hajdari offre alle nostre lettere un nuovo e rilevante contributo, nel caparbio progetto di misurarsi col paradigma del presente che tutto appiattisce, frammenta, disconosce e […]

Emigrazione-italiana-nel-900-3-768x517

TRACCE E ITINERARI DI UN’UTOPIA. L’emigrazione italiana in Argentina (recensione di Anna Fresu)

È uscito recentemente in Italia il libro di Fernanda Elisa Bravo Herrera, tradotto da Sabrina Costanzo, per la Cosmo Iannone Editore. Il libro racconta e analizza l’emigrazione italiana in Argentina dal XIX secolo agli inizi del XXI, argomento a lungo trascurato o trattato superficialmente dai nostri storici e intellettuali, dimentichi di un fenomeno che ha interessato circa tre milioni di […]

In primo piano in Saggi

cover Mujeres

Mujeres. Frammenti di vita dal cuore dei Caraibi, di Raúl Zecca Castel

    Frutto di un lungo lavoro di studio nell’entroterra della Repubblica Dominicana, “Mujeres. Framenti di vita dal cuore dei Caraibi” (Arcoiris, 2020), raccoglie le appassionate testimonianze di sette donne di origine haitiana residenti nei “bateyes”, comunità di origine coloniale che ancora oggi rappresentano il lato nascosto del sogno turistico caraibico. Il libro è il racconto corale di una realtà […]

20.-Wall-by-Playas-de-Tijuana_2015_Photo-by-Clarissa-Clò-480x570

da Frontiere News “Ma con Biden e Harris cambia davvero qualcosa?” di Clarissa Clò

Ma con Biden e Harris cambia davvero qualcosa? 13 Dicembre 2020,  per gentile concessione di Frontiere News, traduzione di Valerio Evangelista, adattamento di articolo apparso il primo dicembre in The Dreaming Machine n. 7 Come si comporterà il governo Biden-Harris nei confronti di minoranze, movimenti di lotta e questioni sociali? La risposta potrebbe emergere in queste settimane di transizione politica, cartina […]

alimentazione-salute-ambiente_FOTO

La nostra alimentazione ha costi altissimi su salute e ambiente, ecco perché dobbiamo cambiarla di Marianna Usuelli

Pubblicato su LeNiUS il 16 settembre 2020  Il report annuale della Fao The State of Food Security and Nutrition in the World 2020 (Lo stato della sicurezza alimentare e della nutrizione nel mondo), pubblicato a luglio 2020, quest’anno si è focalizzato su un messaggio ben chiaro: la salute e i cambiamenti climatici sono problemi da affrontare innanzitutto cambiando la nostra alimentazione. Se la popolazione […]

Finestra pietra edera LMS 20 per copertina

Purché ci resti Itaca: nelle radici una speranza per dopodomani. La voce di Consolo – Ada Bellanova

Ripensare i luoghi in forma di idillio. Il dramma di Ulisse e di Ifigenia.   (SECONDA PARTE – PRECEDENTE SUL NUM: 19) Senza la letteratura Itaca sarebbe semplicemente una piccola isola greca nel Mediterraneo. Invece Omero, la tradizione, le invenzioni letterarie l’hanno resa il luogo per eccellenza delle radici e della memoria, la patria ritrovata dopo un lungo viaggio: l’hanno trasformata […]

In primo piano in Teatro

arlecchino sartori-2

MASCHERA E MASCHERAMENTI FEMMINILI (I parte) – Paola Piizzi Sartori

    II mio primo incontro con la maschera risale agli anni ‘80, durante un viaggio di studio con Donato Sartori in Indonesia. Incontro fortuito come spesso sono gli episodi che marcano profondamente la nostra vita e il nostro lavoro. Mi ritrovai subito, e con piacere, immersa in quel mondo che l’essere umano conosce da sempre, perché da sempre ha […]

VOLTI E MASCHERE DIETRO LE SBARRE – Inedito di Donato Sartori (1990)

  Parlare di maschere teatrali in un ambiente carcerario è quantomeno emblematico e inusuale. É accaduto alla Casa di Reclusione di Padova di proporre, per due anni consecutivi, una problematica culturale nell’ambito del Progetto Carcere promosso dal Settore agli Interventi Sociali che normalmente é di appannaggio del mondo del teatro a della cultura: “La maschera ed il teatro”. Sperimentazione questa […]

62749_1466613301-carceriaffollate-0

NON BASTA DIRE: testi teatrali di Alberto Todeschini, introduzione Iles Braghetto (1990)

    Quelli che seguono sono alcuni testi di canzoni e monologhi dello spettacolo realizzato in carcere durante un seminario-laboratorio del 1989 dal Centro Maschere e Strutture Gestuali diretto da Donato Sartori, presso la Casa di Reclusione di Padova. Il seminario si è concluso con uno spettacolo rappresentato all’interno del carcere il 27 gennaio, 1990 e, successivamente, il 31 marzo, […]

In primo piano in Sconfinanti

00268432

Non ho una storia, ho un problema – Africa ed Europa: Sogni e incubi di Sabah, giovane rifugiata sudanese si racconta

Progetto in progress di Giuseppe Pensabene Perez (intervistatore, testo) e Alfredo D’Amato (foto) Parte I : Non ho una storia, ho un problema, Sabah si racconta Sabah (29) Shihab (6) Husam (5) Zannùn (3) Ingresso in Sicilia: 17/8/2017 Porto di Pozzallo Nave Aquarius (SOS mediterranee / MSF) Primo Incontro (Giuseppe) 16/7/ 2017 Mar Mediterraneo, nave Phoenix (MOAS) Secondo incontro Giugno 2018 Hildesheim (Germania) […]

Agitu134737627_10158857583857645_1474515627067197933_n

In memoriam Agitu Ideo Gudeta

Per ricordare Agitu Ideo Gudeta, figura di donna dirompente ed esemplare,  sospesa tra mondi e continenti tuttavia in grado di dirigere le proprie  energie verso idee, lotte e progetti che indicano una via alternativa al vivere insieme sulla terra e di rapportarsi ad essa (tutti temi di cui si occupa la rivista). Si è parlato molto del significato della sua […]