Home

In primo piano in Poesia

18424987_1366474600111829_4683551270602119075_n

Perù (Teresa Orbegoso)

  Dopo una guerra nessuno può essere obbligato ad amare. Amare, questa parola risuona vuota, fluttua nell’aria come se non la conoscessi, senza che possa entrare in te. Come se non l’avessi pronunciata mai. E un’altra appare e si ripete. Un tentativo affinché la tua terra nasconda e neghi. Polvere senza ossigeno. Fonte del suo potere la tua ferita, la […]

18556122_1370173719741917_3297273055319079650_n

Fin dentro il mattino silloge poetica di Floriana Porta (Fondazione Mario Luzi Editore)

La  silloge “Fin dentro il mattino” ci presenta un’autrice raffinata e matura nei suoi versi, ritmi e strofe che srotolano al lettore una tela poetica all’apparenza semplice, ma che nasconde uno studio ricco di simboli, assonanze ed immaginazione. Il testo si compone di cinque parti distinte, anche se tra loro collegate da un comune filo conduttore: la ricerca del senso […]

In primo piano in Saggi

immagine principale_Mazagao

Dal Marocco all’Amazzonia brasiliana: la storia delle due Mazagão

TRA IL MAROCCO E L’AMAZZONIA BRASILIANA: STORIA E MEMORIA COLONIALE DI UNA CITTÀ TRASPORTATA OLTREOCEANO di Alessia Di Eugenio   Como fazer uma cidade? Com que elementos tecê-la? Quantos fogos terá? Nunca se sabe, as cidades crescem, mergulham no campo, tornam a aparecer1. Carlos Drummond de Andrade, A rosa do Povo Viaggiando ci s’accorge che le differenze si perdono: ogni […]

18622682_1375042669255022_7073985736344987087_n

La lingua della vita e le lingue della memoria (Julio Monteiro Martins)

Intervento di Julio Monteiro Martins presentato durante il Seminario: Écrire ailleurs. Litérature et migration en Italie: 1990-2010, Journées Internationales d’études, Strasbourg, 22-23 ottobre 2010, Université de Strasbourg, Département d’Études Italiennes e Associazione Sagarana di Lucca.     Prima di entrare nel vivo del tema che ho scelto per questo incontro “la lingua della vita e le lingue della memoria”, vorrei fare una […]

In primo piano in Narrativa

limongelli

L’ANTIMONUMENTO. Racconto di Lucia Cupertino

L’ANTIMONUMENTO Lucia Cupertino   Kiosko Morisco di Santa María de la Ribera, Città del Messico Ci sono mattine in cui un buon caffè non riesce a svegliarti, allora bisogna provare con un secondo. Yarah tira fuori dalla tasca quattro Tumin e ne riceve una seconda tazza dalle mani di una signora, produttrice di un caffè dall’aroma irresistibile. Sta prendendo parte […]

17629817_1316520055107284_5524432228775509134_n

Il Venerdì delle maschere (Thomas Tsalapatis, trad. Viviana Sebastio)

Uscì dal lago e si soffermò a contemplare la sua immagine riflessa. Invisibile a sé stesso, vago e indefinito si avviò verso la città di vetro. Ogni anno, il giorno di carnevale, quando le maschere si travestono da persone e il mondo inspira mentre espira, lui si maschera da sé stesso. Così anche quest’anno. Sceglie con cura il suo aspetto, […]

IMG_8181

RESOCONTO DI VIAGGIO: LA MACCHINA SOGNANTE IN MESSICO (APRILE 2017)

a cura di Lucia Cupertino La poesia ha i suoi rituali. A volte richiedono esorcismo, altre volte purificazioni con erbe e canto. Jorge Contreras Herrera, poeta messicano che mi ha invitato nello stato di Hidalgo (Messico) per presentare la mia produzione poetica e La macchina sognante, rivista di cui sono cofondatrice, mi racconta che suo padre proprio non sopportava l’idea […]

In primo piano in Sconfinanti

etiopiaea01

Da Frontiere News” Ottanta anni fa in Etiopia il maggiore genocidio di cristiani in Africa, messo in atto da Graziani

Ottant’anni fa le truppe dell’Impero fascista attuarono il maggiore eccidio di cristiani in terra africana: accusati di essere ostili all’occupazione imperialista, centinaia di residenti del monastero di Debrà Libanòs furono fucilati dalle truppe italiane per ordine del Maresciallo Rodolfo Graziani. Nessun italiano venne mai punito per questo e per altri massacri. Quando nell’aprile 1935 componeva le prime bozze di “Faccetta Nera”, Renato Micheli […]

18622214_1375042432588379_8831091652454292755_n

Accogliere o non accogliere, questo non è il dilemma (Gajus Tsaamo)

    Il mondo è diventato piccolo. Talmente piccolo che se c’è una guerra in Siria, ha delle ripercussioni in Europa. Se le cose non vanno bene in Congo o in Senegal, avrà delle ripercussioni in Europa o in occidente; allo stesso modo se qualcosa cambia in occidente, influenza anche tantissimi paesi nel mondo. Grazie anche ad internet ed alla […]

emmanuel-chidi-namdi1

Scimmie (Antonella Sinopoli)

  Razzismo. Fatto di materia, carne, pensiero, azioni. Opinioni. Razzismo. Fatto di linguaggio, colori e sfumature. Espropriazioni.   Non conta, no non conta, dicono, il colore della pelle. Qualcuno, però, ci chiama scimmia. Che poi molti di noi le scimmie non le hanno mai viste. Pensate un po’ cosa hanno fatto all’Africa. Cosa abbiamo fatto.   Voi sì che le […]

18670749_1375042622588360_5563880637449254864_n

FOSCO IMMAGINARIO (Reginaldo Cerolini)

    Leggo su Corriere della Sera, Milano, 19, Maggio, 2017, nella sezione “Primo Piano” (pag. 3), “Il degrado della centrale e la marcia che divide”, interessante articolo firmato da Andrea Senesi. In esso, il giornalista, riporta i fatti di un accoltellamento a danno di due poliziotti, che svolgevano la propria attività di controllo, da parte di un giovane “italo-tunisino”. A […]

In primo piano in Interviste e recensioni

foto Islasainz

COSA FANNO LE PIANTE NELLA CAMPANA DI VETRO? Riflessioni sulla poesia di Roberta Sireno

Attorno a senza governo, Raffaelli editore, Rimini, 2016 Lucia Cupertino     Immaginate una pianta confinata in un vaso. Immaginatela sul tavolo di un appartamento in pieno inverno e coi termosifoni accesi. Abbandonata e senza nessuno che si curi di lei. Questa è una delle immagini presenti all’interno della raccolta poetica senza governo di Roberta Sireno che più mi sembra […]

18622337_1375042985921657_2316235041865790005_n

Uno strumento per ‘utenti iniziati’ alle prese con l’arabo, recensione de Il Dizionario di Arabo (Zanichelli 2014, 2a ed.) di Isabella Camera D’Afflitto

A proposito di: Eros Baldissera, Il dizionario di Arabo. Dizionario italiano-arabo / arabo-italiano, seconda edizione, Bologna, Zanichelli, 2014, pp. 580 (italiano-arabo) e pp. 776 (arabo-italiano), € 56,00 (e-book € 33,90) Chi, come me, ha iniziato a studiare l’arabo negli ormai lontanissimi anni settanta (anzi nel 1969), ricorderà cosa volesse dire tradurre un testo con l’aiuto di “un terzo” di vocabolario arabo-italiano. […]

In primo piano in Teatro

18341890_1363781357047820_4556930901378531931_n

Lunaria: Il mondo visto dalla luna (saggio di Paola Baratter sul testo di Vincenzo Consolo)

In una Palermo di fine Settecento, una mattina il Viceré si sveglia madido e tremante: ha sognato che la Luna è caduta dal cielo e, una volta raggiunto il terreno, si è spenta, lasciando nel cielo un buco nero. La giornata del Viceré prosegue nella sala delle udienze dove egli acconsente svogliatamente alle richieste più svariate, tra cui spiccano quelle […]

18622670_1375042602588362_8370805099515497031_n

Il mostro in famiglia: Lazaro in La figlia di Iorio (Lorenzo Spurio)

    La figlia di Iorio, opera drammatica in versi, come recita il sottotitolo, venne pubblicata nel 1903. La prima rappresentazione ebbe luogo a Milano, al Teatro Lirico, il 2 marzo 1904 per la regia di Virginio Talli. In Abruzzo –luogo dove la storia ivi narrata è ambientata e radicata- venne messo in scena al Teatro Marrucino di Chieti il […]

Ph-Chiara-Grossi-24-1024x720

Nuovi ruoli della maschera nel Teatro del Novecento (inedito di Donato Sartori)

  Se dovessimo ripercorrere la cronistoria della maschera teatrale nell’ultimo secolo del secondo millennio, dovremmo per prima cosa fare riferimento ad uno dei personaggi di teatro tra i più rappresentativi e raccontare l’avventura che Edward Gordon Craig, regista e scenografo inglese (1872-1966) ebbe con il teatro e con la maschera, elemento pressoché sconosciuto alla fine dell’800, che egli in qualche […]

54938-001m

ARLECCHINO E IL PROFUMO DEI SOLDI (atto unico di Walter Valeri con nota dell’autore)

BREVE NOTA PER: ‘ARLECCHNO E IL PROFUMO DEI SOLDI’   Da anni nelle Università degli Stati Uniti si usa il teatro come strumento per apprendere la seconda lingua e la cultura di provenienza e di cui fa parte. Personalmente ho già dato il mio modesto contributo per la realizzazione di un libro collettivo, pubblicato dalla Yale University Press, dal titolo: […]