Home

In primo piano in Poesia

1-3

Un soldato a 23 centesimi (Nazim Hikmet, trad. Murat Cinar)

Mister John Foster Dulles, non Le posso nascondere, che la vita sia un po’ costosa nel nostro Paese. Per esempio, potete comprare la carne di agnello, a 23 centesimi ad Ankara, oppure poco più di due chili di cipolla o un chilo di lenticchie. Oppure 50 centimetri di sudario, oppure un essere umano sui venti anni, per un mese, un […]

18556122_1370173719741917_3297273055319079650_n

Fin dentro il mattino silloge poetica di Floriana Porta (Fondazione Mario Luzi Editore)

La  silloge “Fin dentro il mattino” ci presenta un’autrice raffinata e matura nei suoi versi, ritmi e strofe che srotolano al lettore una tela poetica all’apparenza semplice, ma che nasconde uno studio ricco di simboli, assonanze ed immaginazione. Il testo si compone di cinque parti distinte, anche se tra loro collegate da un comune filo conduttore: la ricerca del senso […]

18423911_1366474643445158_948201552642789458_n

4 poesie da “Via Ippocrate 15” di Thomas Ioannou (Parte 2)

Autopsia    Quando lo ripescarono Ci volle tempo perché s’asciugasse   Lo pestarono come un polpo Per rammorbidirgli un po’ l’anima Ma non disse Neppure una parola Non voleva che lo ripulissero Del suo ultimo desiderio.   E il suo corpo era così salato Che poteva sembrare sudore marino Rappreso mentre entrava e usciva Con la furia degli amanti Che […]

18700216_1375042739255015_7181657086189144840_n

da “Till Damaskus” – Mani (Marie Silkeberg)

    oggi ho realizzato  l’animazione con la pistola appesa a un chiodo e sparava….           fermo. fantasma. ospite. trasparente come il cristallo. diversi lenzuoli bianchi. Raramente. un tipo di rapporto erotico di resistenza e abbandono. non era certo un fantasma che saliva le scale. senza ali. formule di pathos. con l’esterno che faceva da anima. […]

In primo piano in Saggi

18622682_1375042669255022_7073985736344987087_n

La lingua della vita e le lingue della memoria (Julio Monteiro Martins)

Intervento di Julio Monteiro Martins presentato durante il Seminario: Écrire ailleurs. Litérature et migration en Italie: 1990-2010, Journées Internationales d’études, Strasbourg, 22-23 ottobre 2010, Université de Strasbourg, Département d’Études Italiennes e Associazione Sagarana di Lucca.     Prima di entrare nel vivo del tema che ho scelto per questo incontro “la lingua della vita e le lingue della memoria”, vorrei fare una […]

18698095_1375042582588364_2673473958106659436_n

Meticciato e ibridazione

  Meticciato e ibridazione in “Introduzione alla filosofia latinoamericana” Stefano Santasilia, Mimesis, 2017   La cultura latinoamericana presenta una profonda varietà di espressioni culturali – segnata da continui rimandi a radici precolombiane – tutte però, allo stesso tempo, riconducibili ad un minimo comun denominatore coloniale. Tale comunanza, se da una parte implica un passato di sottomissione – la cui eredità […]

immagine principale_Mazagao

Dal Marocco all’Amazzonia brasiliana: la storia delle due Mazagão

TRA IL MAROCCO E L’AMAZZONIA BRASILIANA: STORIA E MEMORIA COLONIALE DI UNA CITTÀ TRASPORTATA OLTREOCEANO di Alessia Di Eugenio   Como fazer uma cidade? Com que elementos tecê-la? Quantos fogos terá? Nunca se sabe, as cidades crescem, mergulham no campo, tornam a aparecer1. Carlos Drummond de Andrade, A rosa do Povo Viaggiando ci s’accorge che le differenze si perdono: ogni […]

In primo piano in Narrativa

Copertina Nazzaro

APPUNTI DAL VENEZUELA. 2017, VIVERE NELLE PROTESTE

Presentiamo uno stralcio dall’opera di Antonio Nazzaro, Appunti dal Venezuela. 2017, Vivere nelle proteste (Arcoiris) che uscirà a fine giugno. Il libro riunisce racconti viscerali, sarcastici, lucidi e a tratti allucinati di un italiano ormai da tanti anni in terra venezuelana che ci racconta, attraverso la sua quotidianità, la situazione attuale di quel Paese.   11.00 p.m. Cerco di dormire […]

IMG_3284

Le ombre del terremoto (Daniela Karewicz)

  L’auto, attraversando l’impervio paesaggio dell’Appennino centrale, corre spedita in direzione dei luoghi terremotati. Mi dirigo lì a curiosare un po’ ed a fare qualche scatto, forse voglio trovare l’ispirazione per scrivere qualcosa, insomma vado a fare il solito giro di fine settimana. Arrivo in paese, sta piovendo e il grigiore del tempo contribuisce a rendere ancora più pesante e […]

17629817_1316520055107284_5524432228775509134_n

Il Venerdì delle maschere (Thomas Tsalapatis, trad. Viviana Sebastio)

Uscì dal lago e si soffermò a contemplare la sua immagine riflessa. Invisibile a sé stesso, vago e indefinito si avviò verso la città di vetro. Ogni anno, il giorno di carnevale, quando le maschere si travestono da persone e il mondo inspira mentre espira, lui si maschera da sé stesso. Così anche quest’anno. Sceglie con cura il suo aspetto, […]

In primo piano in Sconfinanti

18622656_1375042782588344_4038052539891810240_n

Mi sento come il mio paese diviso in quattro parti – Poesia curda

I FIGLI DELLA MESOPOTAMIA Poesie di Doğan Akçali       RABARBARO Al sorgere del sole iniziava la gioia sui nostri visi Un sacco nelle mani, la prima colazione e un paio di cose Metà di marzo o inizio d’aprile Cresceva e si univa la felicità infantile nei nostri occhi Quasi come una gara tra di noi Il terreno era […]

etiopiaea01

Da Frontiere News” Ottanta anni fa in Etiopia il maggiore genocidio di cristiani in Africa, messo in atto da Graziani

Ottant’anni fa le truppe dell’Impero fascista attuarono il maggiore eccidio di cristiani in terra africana: accusati di essere ostili all’occupazione imperialista, centinaia di residenti del monastero di Debrà Libanòs furono fucilati dalle truppe italiane per ordine del Maresciallo Rodolfo Graziani. Nessun italiano venne mai punito per questo e per altri massacri. Quando nell’aprile 1935 componeva le prime bozze di “Faccetta Nera”, Renato Micheli […]

18622214_1375042432588379_8831091652454292755_n

Accogliere o non accogliere, questo non è il dilemma (Gajus Tsaamo)

    Il mondo è diventato piccolo. Talmente piccolo che se c’è una guerra in Siria, ha delle ripercussioni in Europa. Se le cose non vanno bene in Congo o in Senegal, avrà delle ripercussioni in Europa o in occidente; allo stesso modo se qualcosa cambia in occidente, influenza anche tantissimi paesi nel mondo. Grazie anche ad internet ed alla […]

18670749_1375042622588360_5563880637449254864_n

FOSCO IMMAGINARIO (Reginaldo Cerolini)

    Leggo su Corriere della Sera, Milano, 19, Maggio, 2017, nella sezione “Primo Piano” (pag. 3), “Il degrado della centrale e la marcia che divide”, interessante articolo firmato da Andrea Senesi. In esso, il giornalista, riporta i fatti di un accoltellamento a danno di due poliziotti, che svolgevano la propria attività di controllo, da parte di un giovane “italo-tunisino”. A […]

In primo piano in Interviste e recensioni

18446619_1366474680111821_9102488075631925558_n

“Nulla sfugge al mio cuore straniero”, recensione di “Ciao mamma! Un saluto da Bolzano” (Terra d’Ulivi 2017) di Gentiana Minga (Pina Piccolo)

Ciao mamma! Un saluto da Bolzano” (Terra d’Ulivi 2017) di Gentiana Minga.     Con un titolo come “Ciao mamma! Un saluto da Bolzano” che sembrerebbe preannunciare una cartolina, si dà invece l’avvio alla prima antologia tratta da svariate raccolte inedite, in italiano, della poeta Gentiana Minga, nata, e cresciuta in Albania, con alle spalle una solida esperienza letteraria nel […]

foto Islasainz

COSA FANNO LE PIANTE NELLA CAMPANA DI VETRO? Riflessioni sulla poesia di Roberta Sireno

Attorno a senza governo, Raffaelli editore, Rimini, 2016 Lucia Cupertino     Immaginate una pianta confinata in un vaso. Immaginatela sul tavolo di un appartamento in pieno inverno e coi termosifoni accesi. Abbandonata e senza nessuno che si curi di lei. Questa è una delle immagini presenti all’interno della raccolta poetica senza governo di Roberta Sireno che più mi sembra […]

IMG_3371

Intervista a Gëzim Hajdari di Matilde Sciarrino

  Matilde Sciarrino. Nella raccolta ‘La Peligòrga’ (2007) Lei sottolinea di sentirsi segnato dal Suo destino del Sud. In che cosa consiste questo destino del Sud e in che rapporto sta con la Sua attività letteraria?   Gëzim Hajdari. Mi sento un uomo del Sud e appartengo a tutti i Sud dei mondi. Porto con me le ferite, le gioie, […]

In primo piano in Teatro

18622670_1375042602588362_8370805099515497031_n

Il mostro in famiglia: Lazaro in La figlia di Iorio (Lorenzo Spurio)

    La figlia di Iorio, opera drammatica in versi, come recita il sottotitolo, venne pubblicata nel 1903. La prima rappresentazione ebbe luogo a Milano, al Teatro Lirico, il 2 marzo 1904 per la regia di Virginio Talli. In Abruzzo –luogo dove la storia ivi narrata è ambientata e radicata- venne messo in scena al Teatro Marrucino di Chieti il […]

Ph-Chiara-Grossi-24-1024x720

Nuovi ruoli della maschera nel Teatro del Novecento (inedito di Donato Sartori)

  Se dovessimo ripercorrere la cronistoria della maschera teatrale nell’ultimo secolo del secondo millennio, dovremmo per prima cosa fare riferimento ad uno dei personaggi di teatro tra i più rappresentativi e raccontare l’avventura che Edward Gordon Craig, regista e scenografo inglese (1872-1966) ebbe con il teatro e con la maschera, elemento pressoché sconosciuto alla fine dell’800, che egli in qualche […]

54938-001m

ARLECCHINO E IL PROFUMO DEI SOLDI (atto unico di Walter Valeri con nota dell’autore)

BREVE NOTA PER: ‘ARLECCHNO E IL PROFUMO DEI SOLDI’   Da anni nelle Università degli Stati Uniti si usa il teatro come strumento per apprendere la seconda lingua e la cultura di provenienza e di cui fa parte. Personalmente ho già dato il mio modesto contributo per la realizzazione di un libro collettivo, pubblicato dalla Yale University Press, dal titolo: […]

18341890_1363781357047820_4556930901378531931_n

Lunaria: Il mondo visto dalla luna (saggio di Paola Baratter sul testo di Vincenzo Consolo)

In una Palermo di fine Settecento, una mattina il Viceré si sveglia madido e tremante: ha sognato che la Luna è caduta dal cielo e, una volta raggiunto il terreno, si è spenta, lasciando nel cielo un buco nero. La giornata del Viceré prosegue nella sala delle udienze dove egli acconsente svogliatamente alle richieste più svariate, tra cui spiccano quelle […]