Home

In primo piano in Poesia

logo awp

Poesie dal Ghana e dal Togo, selezionate dal progetto “AfroWomenPoetry”

Il progetto AfroWomenPoetry lanciato online dalla giornalista Antonella Sinopoli e al quale collabora anche wwww.lamacchinasognante.com  e molti amici e amiche del contenitore, particolarmente in qualità di traduttrici, ha concluso con successo le sue due prime tappe: il Ghana e il Togo. Incoraggiamo  i nostri lettori e lettrici di visitare il sito, molto ricco di poetesse (11 dal Ghana e 9 […]

IMG_6794-1

Nel bosco del linguaggio, selezione poetica di Mario Meléndez

  Tiro sassi ai cigni che abitano le mie lagune mentali ma i sassi diventano lagune e le lagune altri cigni che fuggono a piedi per delle terre inospiti     *     Tiro piedras a esos cisnes que habitan mis lagunas mentales pero las piedras se convierten en lagunas y las lagunas en otros cisnes que huyen a […]

In primo piano in Saggi

safe_image.php

Da “Forme dell’interregno. Past Imperfect di Nuruddin Farah tra letteratura post-coloniale e world literature” Aracne, 2018, Lorenzo Mari

    Ambientata durante la guerra civile somala, iniziata negli anni Novanta del secolo scorso e ancora fonte di instabilità e insicurezza in tutto il paese, la trilogia di romanzi Past Imperfect (2003-2011) di Nuruddin Farah si colloca in un interregno dove, secondo la definizione gramsciana, «il vecchio non muore, il nuovo non può nascere» e «si verificano i fenomeni […]

36394558_424807107988357_6201238386586419200_n

Corpo alla parola, parola al corpo: lo spirito libero di Joumana Haddad – Stefania Crocetti

  “Libera e nobile Libera, nobile e misteriosa come un cipresso, per cicatrizzarmi nel corpo del vento, per divenire l’ombra del vento”   È vento, l’essenza di Joumana Haddad. Ed è il vento a comporre i suoi versi: vento che porta tumulti e scardina tabù, vento implacabile di aria fresca che corrode ogni stagnazione. Così è la scrittura di quest’autrice […]

day-72

“Non è di maggio questa impura aria ” Parigi: celebrazioni e spoliticizzazione del maggio ’68 e politica di strada del 2018 – Jessy Simonini

Sono passati cinquant’anni dal maggio degli studenti e degli operai. Le parole del poeta risuonano, in questa fredda primavera: « Non è di maggio questa impura aria ».   Nelle ultime settimane, a Parigi, la città che fu il cuore di quel movimento, alcuni accademici, di diverse università, hanno pensato di organizzare alcuni cicli di conferenze per studiare il Sessantotto e, in […]

In primo piano in Narrativa

36371686_10156676499733738_7163869917740007424_n

SOUMAYILA SACKO: STORIA DI UNA VITA DI PACCHIA – Djarah Kan

Ora che muoio, il mio volto diventa quello di tutti. Ora che muoio, divento prima ladro, poi vittima di odio, poi di nuovo ladro, uomo negro senza fortuna, uomo negro senza appello. Ma alla fine di questa triste, triste giostra, ciò che mi assolve da tutti i miei peccati è quel permesso di soggiorno rinnovato che non permetterà che io […]

taxy alluvione

Bisogni fisiologici, racconto di Monica Dini

Bisogni fisiologici   È stato all’improvviso. La chiamano bomba d’acqua. Una rivincita sui mesi cocenti trascorsi. Piove ancora ma non c’è paragone. Il peggio è già capitato, il fiume è straripato portando fango e ranocchi morti nelle cassette della posta, anche altri schifi ma tutti si sforzano di non pensarci mentre ci mettono le mani e i piedi dentro cercando. […]

IMG_6787-1

Breve storia triste con pantera nera – Nico Sànchez

  Breve storia triste che inizia senza pantera nera, ma con uno studente universitario fuorisede e fuoricorso: è senza barba, senza occhiali colorati, senza addiction da trono di spade, senza spotify in fissa sull’indie italiano che tira al momento, senza stato sociale. Non è hipster, dice. Breve storia triste di uno studente universitario in procinto di laurearsi, anche se la […]

36427021_424806057988462_9197051734235545600_n

IL NOME – Valentina Mmaka

  Quando la morte taglia tutti i legami, resta sempre il nome -J.M. Coetzee   La luce fredda del neon le trafisse le pupille. Dapprima non riuscì a distinguere il luogo in cui si trovava. Un bip bip ritmico penetrava il suo udito con sadica insistenza mentre una sottile linea verde scorreva sul monitor nero posto sopra la sua testa. L’uomo […]

In primo piano in Sconfinanti

36396814_424806517988416_6014326473630941184_n

Ragni Neri Nazionalizzati Pompieri: tragedia in Quattro atti (Reginaldo Cerolini)

  Personaggi L’Eroe-Ragno (il giusto) La neonata (il fato) I media (la borghesia ambigua) Likers and Haters (il popolo dimensionale) Il Potere Nazionale (il burocrate cerimoniere) I rapaci (le nazioni europee) Il folle (una visione diversa) Eco dei vinti (migranti)                                                                                          I Scena: Il balcone Ammetto che guardare quei secondi in cui Mamoudou Gassama si arrampicava, piano per piano, per […]

VentoTriste200680x80 (1)

“Il mio nome è Liberty e non voglio essere schiavo come voi” 2 poesie di Francesca Cannavò dedicate a Rosarno

Liberty Sarà la nave a scrivere parole sull’acqua solcata da grida di umana follia e gorghi arricciati saranno canti a ignobili giochi devastatori Polene poetesse di improbi numi resistono all’inchiostro insanguinato dei flutti inorriditi ancora accade e ancora che sia l’acqua a bere vite e speranze brumate. E poi è la terra a mangiare insieme alle arance la carne bruciata […]

news136499

TRE POESIE SU “LA PACCHIA È STRAFINITA”

Da: Aa. Vv, La pacchia è strafinita. Antologia di scritti poetici e in prosa (2018, a cura di Versante Ripido)     Paolo Polvani Rumba della vera pacchia     La prima vera vera pacchia è ignorare la complessità le implicazioni le complicazioni la concatenazione delle cause e si, una grande pacchia l’attraversamento dei deserti quando l’unica prospettiva è guardare […]

Fayadh art work

A Fayadh – Maria Cristina Vannucci e Un’altra forma del cuore – Ashraf Fayadh

A Fayadh‎ Chiama il sole, chiama fuori. La Clematis allunga nelle foglie il pantone dei fiori. Un telaio di rami la sostiene. La ringhiera di fronte sfoglia rugginosa. Fa la sua muta incompleta. Smaschera l’osso, la nuda verità del ferro. L’alloro si è alzato. Ha messo tenere le foglie. Il timo a cespuglio butta inesausto spettinati i suoi germogli. Li […]

In primo piano in Interviste e recensioni

facebook_1530026459030

SALTANDO IL MURO DELL’AMBASCIATA ITALIANA: FUGGIRE DALLA DITTATURA CILENA.

  LA STORIA DI VITA DI DAVID MUÑOZ. INTERVISTA A CURA DI LINA SCARPATI MANOTAS David Muñóz comincia la sua militanza nel partito socialista cileno all’eta di 14 anni in un piccolo paese a 700 km a sud della capitale, chiamato Gorbea. I giovani socialisti dell’epoca partecipavano alle attivitá dei Licei. Sia come Presidente di classe  che come dirigente dei […]

36406599_424806661321735_6308880149743927296_n

Mr. Bello Figo! -anche gli artisti piangono e crescono (Reginaldo Cerolini)

  Quando circa un mese fa, tramite internet, scopro che lo srapper Bello Figo ha scritto un libro biografico, mi è parso un momento atteso dell’epopea dell’immaginario negro, meticcio e straniero in Italia. Chi, mi sono chiesto, se non Bello Figo è più rappresentativo dell’accettazione, del successo, del vilipendio e dei timori che stranieri, meticci e negri suscitano ad un […]

IMG_6784

Intervista con “Negro”: chiacchiere con Francesco Ohazuruike (Reginaldo Cerolini)

  L’8 aprile di quest’anno (2018) è una calda giornata di sole mentre, col treno mi avvio nelle zone di Ceriano per incontrare Francesco Ohazuruike, autore del tempestivo libro “Negro”. Ha risposto da pochi giorni alla mia richiesta di fargli un’intervista, con una cordialità che non ha mancato di sorprendermi per la sua spontaneità ed immediatezza. Temevo infatti, come spesso […]

IMG_6778-1

“Patria” di Fernando Aramburu, recensione di Maria Zappia

Il romanzo Patria di Fernando Aramburu (Guanda 2017)  segna il ritorno al romanzo tradizionale, a più voci e soprattutto il ritorno alla letteratura militante, realistica e orientata a fecondare la società. Con un linguaggio a tratti leggero in cui non viene disdegnato il c.d. “tono medio” dell’ironia, che si manifesta soprattutto nelle battute e nei gesti delle donne. Bittori, in […]

In primo piano in Teatro

IMG_0054

INDIA: LA PARTECIPAZIONE ALLE OLIMPIADI DEL TEATRO E AL SIMPOSIO SULLE NUOVE NARRAZIONI DELLA COMPAGNIA “INSTABILI VAGANTI”

Instabili Vaganti al World theatre forum di New Delhi e all’International Symposium di Mumbai durante le Theatre Olympics 2018 in India di Nicola Pianzola Dal 3 al 27 marzo 2018 il nostro spettacolo MADE IN ILVA è stato invitato in India, nell’evento teatrale più grande dell’Asia, e forse, in quel momento, del mondo: le Theatre Olympics. 25.000 artisti da 30 […]

28468254_1847449981995088_5678920917336823071_n

COSTA RICA: TEATRO E GUARIGIONE DA VIOLENZE DI GENERE, L’ESPERIENZA DI UN GRUPPO DI GIOVANI EDUCATRICI

                         Intervista a César Angulo Navarro. Monologhi della vagina in Costa Rica                                                                                   a cura di Lucia Cupertino Intervistiamo César Angulo Navarro, poeta del Costa Rica, regista di Arte por la Paz, che ha ripreso il lavoro di Eve Ensler i “Monologhi della vagina” e ha costruito un bel progetto teatrale con gruppi di educatrici in tutto il Costa Rica […]

35077508_1005359596305435_7821388900626071552_n

Il teatro delle alterità L’Antigone di Magnifico Teatrino Errante (Elena Cesari e Roberta Sireno)

  «Oh quanta sete delle tue parole ha il mondo infernale che abbiamo costruito» Dopo il felice esito di Dance on the tree (Premio migliore spettacolo al Festival Internazionale delle Abilità Differenti di Correggio, 2018), la compagnia di teatro integrato Magnifico Teatrino Erranteprosegue con la produzione del secondo spettacolo della Trilogia della Disobbedienza, questa volta ispirato alla tragedia classica dell’Antigone […]